SaturdaysTalks: più lavoro svolto significa sempre più ore spese a lavorare?

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Raoul Scarazzini

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

È sabato, ci si può rilassare e riposare. La settimana è finita e, per quanto lunga, oggi si può pensare ad altro. Quindi di che cosa vogliamo parlare? Di lavoro, naturalmente 🙂 Lo spunto arriva da questo interessante articolo di Itamar Turner-Trauring del blog https://codewithoutrules.com. Il titolo è eloquente: There’s always more work to do—but you still don’t need to work long hours C’è sempre dell’altro lavoro da fare—ma non è necessario lavorare più ore Il paradigma proposto è semplice: se un progetto parte con dei presupposti ed il cliente che lo ha commissionato ad un certo punto incrementa le richieste, allora bisognerà lavorare di più per soddisfarle. Poiché il cliente paga ed il cliente, si sa, ha sempre ragione. Come se ne esce quindi? Ecco la proposta: Definire le priorità del lavoro Lasciare degli spazi per eventi inaspettati Definire le scadenze di tempo inferiori alla stima reale Se finisce il tempo scartare le parti di lavoro meno importanti I dettagli di ciascun punto sono raccontati nell’articolo, ma il punto è: può funzionare? La regola comunicata serve per sottolineare l’intento dell’articolo: Long hours are the wrong solution. Ma è applicabile al mondo reale? L’interessante riflessione mi ha ricordato la regola che uno dei [...]

Blog originale: https://www.miamammausalinux.org