Archivi categoria: Devuan

C’è vita oltre Devuan, ma Artix, un’altra distribuzione senza systemd, ha bisogno di aiuto!

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Abbiamo sempre seguito da vicino le evoluzioni della distribuzione Devuan, unica nel suo genere in quanto fa dell’assenza di systemd il suo punto di forza. È interessante però scoprire come esistano altre distribuzioni che hanno rinunciato a systemd. Tra queste Artix Linux tra le sue FAQ alla domanda “Why?”(perché?) risponde chiaramente:

Why? Because systemd is bad.

Perché? Perché systemd è male.

e al di là di questo i creatori della distribuzione forniscono tutta una serie di argomentazioni per giustificare la necessità di rinunciare a systemd.

Ebbene Artix Linux è salita recentemente agli onori della in quanto necessita di packagers, ossia di manutentori di pacchetti che aiutino a rendere disponibile il software all’interno della distribuzione. Unico requisito richiesto è sapere come funzione PKGBUILD, ma in ogni caso sono garantiti aiuto e training per cominciare ad essere produttivi.

È chiaro come mantenere un’intera distribuzione sia qualcosa di estremamente complicato e richieda soprattutto una gran quantità di tempo, si fa presto a capire come in situazioni simili la forza lavoro non sia mai abbastanza. Da qui la chiamata alle armi. Come e perché gli sforzi profusi in questa distribuzione non possano confluire in Devuan (o vice versa) non è dato saperlo, ma se volete spendere parte del vostro tempo ad aiutare questo progetto è sufficiente rispondere alla chiamata sul forum di Artix.

In bocca al lupo!

Devuan 2.0 ASCII: il rilascio ufficiale!

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Ne avevamo parlato poco tempo fa, e l’attesa è stata ripagata: Devuan 2.0, denominato ASCII, è stato rilasciato in forma stabile.

Devuan può essere definito come una versione di Debian senza systemd, e la nuova incarnazione si basa sulla versione 9, Stretch, l’ultima stabile: il gap tra le due distribuzioni diventa così praticamente nullo; data la vicinanza delle due distribuzioni (systemd a parte), tutto il parco software di Debian è disponibile (con la notevole eccezione di GNOME che, per scelta dei suoi sviluppatori, ha necessità di systemd).
Rispettati tempi e promesse del tempo del rilascio della beta, compresa la possibilità di usare OpenRC invece di SysV per la gestione dell’avvio dei servizi al boot.
Altra novità è il minisito con l’elenco (e la ricerca) dei pacchetti specifici di Devuan, simile a quanto offerto anche dalle altre distribuzioni principali, così da poter sapere in anticipo se un pacchetto di un certo software è stato adattato per Devuan e con quale versione.

Oltre alla versione principale (con varie possibilità di installazione), troviamo alcune distribuzioni derivate, tra cui le due più curiose sono:

  • Maemo Leste
    creata per i disposivi mobili, compresi Nokia N900/N950 e Motorola Droid 4, riprende il nome dal vecchio progetto maemo. Se avete qualche vecchio dispositivo ancora in giro…
  • DecodeOS
    per creare un sistema a micro-servizi anonimonascosto, sfruttando la rete Tor.

Pronti a fare un giro?

Rilasciato Devuan 2.0 Beta

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

L’anno scorso è stata rilasciata, dopo lunga attesa, la versione stabile di Devuan 1.0 – la distribuzione alternativa systemd-free basata su Debian 8. Ieri, dopo solo 7 mesi, è stata rilasciata la ISO di Devian 2.0, ancora in versione beta, basata su Debian 9 – che è anche l’attuale stabile.

Questo passaggio implica un grande rinnovamento dei pacchetti disponibili per l’installazione, soprattutto per l’uso desktop, pur mantenendo la caratteristica principale di fare a meno di tutti gli orpelli legati a systemd.

Una novità c’è: si aggiunge la possibilità di usare OpenRC al posto degli script SysV (fin dall’installazione, ma in modalità esperta).

Per l’ambiente desktop è possibile scegliere tra praticamente tutti i più diffusi ambienti, partendo da XFCE (il default), passando per KDE, Cinnamon, LXQT, MATE, ed LXDE. Manca GNOME, in quanto le dipendenze legate a systemd rendono il suo porting praticamente impossibile. Ma forse, in futuro… 😉

Ulteriori informazioni possiamo trovarle nel file di annuncio.

Insomma, l’update è molto interessante, e siamo sicuri che i molti detrattori di systemd saranno entusiasti nel vedere la community di Devuan ancora tanto in salute!