Archivi categoria: nakivo

Nakivo Backup & Replication: salvare i backup in Amazon S3

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Nakivo Backup & Replication: salvare i backup in Amazon S3

nakivo-backup-amazon-s3-01

Nakivo Backup & Replication permette di salvare i backup in Amazon S3 per garantire la protezione e l’integrità dei dati in caso di disastro e di essere conforme con la regola di backup 3-2-1 fornendo un backup offsite.

Per poter trasferire copie dei backup in Amazon, Nakivo richiede un repository S3 in ambiente AWS accessibile via NFS.

nakivo-backup-amazon-s3-02

 

Configurare l’ambiente AWS

Per configurare uno share NFS in Amazon S3, i seguenti componenti AWS devono correttamente configurati per soddisfare i prerequisiti:

  • Appliance AWS Gateway
  • S3 Bucket per salvare i backup
  • File shares da abilitare l’accesso NFS

Per la creazione e la configurazione di questi componenti in ambiente AWS, fare riferimento a questo post.

Per accedere allo share NFS in Amazon S3, Nakivo necessita che il parametro Squash level sia impostato a All squashes. Poichè AWS imposta questo parametro per default come Root squash, è quindi necessario modificarlo per permettere un corretto accesso dell’applicazione di backup.

Con il proprio account effettuare il login all’AWS Management Console e selezionare l’opzione Storage Gateway nell’area Storage.

nakivo-backup-amazon-s3-03

Accedere all’area File shares e selezionare lo share da modificare. Cliccare sul bottone Actions e selezionare l’opzione Edit file share settings.

nakivo-backup-amazon-s3-04

Dal menu a tendina, impostare il campo Squash level come All squash e cliccare su Save.

nakivo-backup-amazon-s3-05

Quando la configurazione è stata salvata, verificare che il parametro Squash level sia effettivamente impostato come All squash.

nakivo-backup-amazon-s3-06

 

Creare un repository Amazon S3 in Nakivo

Effettuare il login a Nakivo Backup & Replication inserendo le credenziali corrette e cliccando successivamente sul bottone Log In.

nakivo-backup-amazon-s3-07

Dalla Dashboard cliccare sull’icona Settings per accedere alla configurazione del software.

nakivo-backup-amazon-s3-08

Selezionare la voce Repositories dal menu principale.

nakivo-backup-amazon-s3-09

Cliccare Add Backup Repository e selezionare l’opzione Create new backup repository.

nakivo-backup-amazon-s3-10

Inserire i parametri richiesti per connettersi allo share NFS su AWS e cliccare su Create.

Per accedere allo share NFS in AWS, digitare il path nel formato:

IP_address_AWS_gateway:/aws_s3_nfs_share

nakivo-backup-amazon-s3-11

Il repository AWS S3 è stato creato correttamente.

nakivo-backup-amazon-s3-12

 

Salvare i backup in Amazon S3

Dalla Dashboard cliccare sulla voce Create nel menu e selezionare l’opzione Backup copy job.

nakivo-backup-amazon-s3-13

Selezionare le VM da copiare in AWS e cliccare Next.

nakivo-backup-amazon-s3-14

Dal menu a tendina Select Backup Repository selezionare il repository AWS creato e cliccare su Next.

nakivo-backup-amazon-s3-15

Specificare una Schedule e cliccare su Next.

nakivo-backup-amazon-s3-16

Specificare la Retention desiderata e cliccare su Next.

nakivo-backup-amazon-s3-17

Inserire un Job name e cliccare su Finish per salvare la configurazione.

nakivo-backup-amazon-s3-18

Per effettuare il backup copy immediatamente, effettuare un click con il tasto destro del mouse sul job e selezionare la voce Run Job.

nakivo-backup-amazon-s3-19

Cliccare Run per confermare.

nakivo-backup-amazon-s3-20

Il processo di backup copy viene eseguito.

nakivo-backup-amazon-s3-21

Il job è stato correttamente completato.

nakivo-backup-amazon-s3-22

Verificando il Bucket S3 in AWS utilizzato come repository, è possibile notare la presenza del folder NakivoBackup dove sono state salvate le copie del backup.

nakivo-backup-amazon-s3-23

Questa soluzione permette di copiare i backup delle VM offsite soddisfando le esigenze di disaster recovery mantenendo localmente i backup delle VM per un veloce ripristino.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Nakivo Backup & Replication ripristino degli oggetti Active Directory

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Nakivo Backup & Replication ripristino degli oggetti Active Directory

nakivo-active-directory-objects-recovery-01

La soluzione di backup Nakivo Backup & Replication supporta la funzione di ripristino degli oggetti Active Directory nel caso di cancellazioni accidentali di utenti, OU o gruppi.

Un ripristino completo del Domain Controller potrebbe essere un’opzione per risolvere il problema limitando il tempo di troubleshooting ma, per uno o pochi oggetti, è preferibile una soluzione più veloce e semplice.

Gli errori capitano e questa è una parte critica del lavoro degli ammninistratori. Nella gestione di ambienti Active Directory, utenti, OU o gruppi possono essere accidentalemnte cancellati in qualsiasi momento.nakivo-active-directory-objects-recovery-02

Quando un oggetto AD viene cancellato, il primo effetto che viene riscontrato è l’interruzione dei servizi per l’utente interessato dall’oggetto rimosso.

nakivo-active-directory-objects-recovery-03

Una buona strategia di backup è l’ancora di salvezza che può evitare scenari potenzialmente critici. Il backup è il tuo miglior amico quando si verifica una situazione di questo tipo.

nakivo-active-directory-objects-recovery-04

Per ripristinare gli oggetti in AD, è da tenere presente che Active Directory può essere ripristinata in due modalità:

  • Non-Authoritative Recovery – viene effettuato il restore del dominio allo stato di quando il backup è stato effettuato permettendo alla replica di effettuare gli aggiornamenti dei oggetti modificati successivamente. Questa è la modalitò di default per il ripristino di Active Directory.
  • Authoritative Recovery – è un processo a due fasi con un primo ripristino in modalità non-authoritative dal backup seguito da un ripristino di tipo authoritative. Questa modalità di restore effettua modifiche di tipo authoritative agli oggetti e ai loro attributi nell’intera directory.

 

Ripristino degli oggetti Active Directory

Se si effettua regolarmente il backup del Domain Controller, Nakivo integra la funzione per il ripristino degli oggetti Active Directory tramite l’opzione Microsoft Active Directory objects. Ovviamente se l’ultimo backup disponibile è piuttosto datato, l’oggetto potrebbe non essere disponibile per il recupero.

nakivo-active-directory-objects-recovery-05

Dai backup disponibili, selezionare il Domain Controller che contiene l’oggetto cancellato e specificare il restore point da usare. Lasciare l’opzione Automatically locate application databases abilitata per il rilevamento automatico del database di Active Directory. Cliccare su Next.

nakivo-active-directory-objects-recovery-06

Quando il database è stato rilevato, espandere il dominio AD per identificare l’oggetto da recuperare.

nakivo-active-directory-objects-recovery-07

Selezionare l’oggetto da ripristinare e cliccare sul bottone Recover. Cliccando sull’opzione Download, un file zipped .LDF è scaricato nel computer.

nakivo-active-directory-objects-recovery-08

Cliccare sul link Recovery settings per configurare gli attributi degli oggetti selezionati.

nakivo-active-directory-objects-recovery-09

Nel menu a tendina Recovery of User object scegliere una delle opzioni disponibili e cliccare sul bottone Download.

nakivo-active-directory-objects-recovery-10Il file è scaricato nel computer.

nakivo-active-directory-objects-recovery-11

Copiare il file zippato nel Domain Controller ed estrarre i file contenuti.

nakivo-active-directory-objects-recovery-12

Due sono i file estratti dal file zip: ad.ldif e password.txt che contiene la password dell’oggetto rcuperato.

nakivo-active-directory-objects-recovery-13

Per importare gli oggetti in Active Directory, la connessione e la gestione degli oggetti fatte tramite LDAP via SSL richiedono che il ruolo di Certificate Authorite sia abilitato nell’ambiente AD. Prima di procedere con il ripristino degli oggetti, verificare che il Domain Controller abbia il ruolo di CA installato.

nakivo-active-directory-objects-recovery-14

Dal Domain Controller bisogna lanciare Windows PowerShell come Administrator e posizionarsi nella directory estratta dallo zip con gli oggetti da recuperare.

nakivo-active-directory-objects-recovery-15

Dalla PowerShell, eseguire il seguente comando:

PS C:\> ldifde -i -t 636 -f ad.ldif -k -j C:\restore\log

Dove ad.ldif è il file ldif scaricato tramite Nakivo Backup & Replication e C:\restore\log è il percorso del folder in cui vengono salvati i log.

nakivo-active-directory-objects-recovery-16

Quando il comando viene completato correttamente, dando un’occhiata allo snap-in Active Directory Users and Computers è possibile vedere l’oggetto recuperato.

nakivo-active-directory-objects-recovery-17

Con un backup a disposizione del Domain Controller, la funzione di Nakivo Microsoft Active Directory objects permette un veloce ripristino degli oggetti AD senza interrompere i servizi forniti limitando il downtime.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

Attualmente le piattaforme di virtualizzazione più diffuse nell’ambiente IT sono VMware ed Hyper-V che richiedono un’efficiente infrastruttura di backup per garantire la protezione dei dati e la business continuity.

Ci sono diverse soluzioni di backup disponibili nel mercato con caratteristiche differenti dove la selezione per il prodotto più adatto per un ambiente specifico deve essere valutata attentamente.

Questa serie di articoli cercherà di illustrare le top 5 soluzioni di backup per la protezione degli ambienti VMware ed Hyper-V dove prodotti e produttori non seguono nessuna preferenza o ordine specifico.

 

Blog Serie

Nakivo Backup & Replication
Vembu VMBackup
Altaro VM Backup
Micro Focus VM Explorer (former Trilead, HPE)
Veeam Backup & Replication

 

Nakivo Backup & Replication

Attualmente disponibile nella versione 7.2, Nakivo Backup & Replication è una soluzione software agentless che può essere installata sui sistemi operativi Windows o Linux, distribuita come appliance Linux o direttamente sui NAS QNAP, Synology, ASUSTOR o WD. E’ supportata anche la distribuzione su Amazon cloud tramite una machine image Amazon pre-configurata.

La gestione del prodotto avviene tramite una semplice e chiara interfaccia grafica web-based dove l’utente viene guidato in ogni passo della configurazione.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

 

Licenze ed edizioni disponibili

Il prodotto è licenziato per CPU socket fisico per ogni server ESXi ed Hyper-V sui quali viene effettuato il backup o la replica delle VM e non è richiesta nessuna licenza socket se Nakivo è installato su NAS.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

 

Nakivo Backup & Replication è disponibile in tre edizioni:

  • Basic – sono disponibili solo funzioni base per il backup.
  • Pro – include la maggior parte delle funzioni disponibili per la protezione delle virtual machines ad eccezione del Calendar Dashboard, dell’integrazione Active Directory e dei servizi BaaS e DRaaS.
  • Enterprise – sono incluse tutte le funzioni disponibili del prodotto.

Nakivo offre una versione Essential per le edizioni Pro ed Enterprise che permette la protezione di ambienti piccoli ad un prezzo competitivo ma limitato ad un massimo di 6 licenze socket per struttura.

Un’edizione Free è inoltre disponibile ed include una licenza per 2 VM. Per testare l’applicazione, Nakivo Backup & Replication è disponibile come 30-day trial.

Un dettagliato listino prezzi è consultabile nel sito web di Nakivo.

 

Caratteristiche del Backup

Nakivo effettua la protezione delle VM tramite un backup basato su immagine (tecnologia snapshot) e tutti i backup delle VM sono di tipo forever incrementals utilizzando la tecnologia Changed Block Tracking (CBT) per identificare e trasferire solo i dati modificati verso il repository. I protocolli utilizzati da Nakivo per il trasferimento dei dati è la modalità di backup LAN-free per SAN fiber-channel ed iSCSI, o la modalità Hot Add che permette di liberare le reti di management e produzione. Per salvare spazio nel repository, tutti i backup delle VM vengono automaticamente deduplicati a livello di blocco e compressi per garantire che solo la minima parte dello spazio venga utilizzato.

La funzione di Network Acceleration permette di abilitare la compressione e le tecniche di riduzione traffico per velocizzare il trasferimento dati attraversi reti WAN lente permettendo un risparmio del 50% del carico di rete incrementando il trasferimento dati del 2X.

I backup vengono effettuati utilizzando la modalità application-aware per garantire la consistenza dei dati delle applicazioni e dei databases (Exchange, Active Directory, MS SQL e SharePoint). La funzione Log Truncation è disponibile per Microsoft SQL ed Exchange per effettuare automaticamente il truncate dei file di log dopo un corretto backup o replica della VM.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

E’ possibile proteggere le cartelle delle VM, resource pool, host e cluster, indicati come containers, dove le virtual machine aggiunte ai container protetti sono automaticamente aggiunte al job di backup. Swap file e partizioni nelle VM VMware possono essere escluse automaticamente per velocizzare il trasferimento dati risparmiando spazio storage nel repository di backup.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

 

Instant Recovery

Nakivo supporta la funzione di Instant Recovery per il ripristino delle VM e file oltre agli oggetti Microsoft Exchange, Microsoft SQL Server e Microsoft Active Directory direttamente dai backup delle VM compressi e deduplicati. Un full restore dal backup non è richiesto ed il ripristino viene effettuato direttamente dal repository di backup.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

 

Copia dei backup Offsite e verso il Cloud

Poichè mantenere i backup nella stesso luogo delle VM di produzione non è una soluzione ideale, Nakivo è in grado di inviare i backup all’esterno e verso Amazon tramite i Backup Copy job. E’ possibile configurare in modo semplice il processo di copia mantenendo un mirror del proprio repository di backup o personalizzando dove e come le VM devono essere copiate.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

Replica

La Replica crea una copia indentica delle VM nell’host ESXi di destinazione permettendo un veloce ripristino della VM nel caso che la VM di produzione abbia un malfunzionamento. Per ripristinare la VM è richiesta solo l’operazione di power on della VM replicata. E’ possibile avere fino a 30 punti di ripristino per effettuare il roll back in caso di necessità.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

 

Test dei backup

Effettuare un backup delle proprie VM senza testarne l’integrità può rendere il backup inutilizzabile se il backup è danneggiato da virus, errori del disco e così via. Per garantire un corretto ripristino di una VM dal backup, il backup deve essere verificato effettuando un test di ripristino. Nakivo include la funzionalità per la verifica di tutti i backup creati con l’invio di un report contenente le schermate del sistema operativo delle VM testate.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

Nakivo è un buon prodotto che offre tutte le funzioni richieste dagli amministratori per la protezione dei dati e per il rispristino dell’infrastruttura in caso di disastro. Una guida completa per l’installazione e la configurazione di Nakivo Backup & Replication può essere consultata in questo articolo.

Top 5 soluzioni di backup per VMware ed Hyper-V: Nakivo

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Nakivo Backup & Replication 7.2 rilasciato

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Nakivo Backup & Replication 7.2 rilasciato

nakivo72released01

Nakivo ha rilasciato il nuovo Backup & Replication 7.2 introducendo alcune nuove funzioni principalmente relative al backup di Microsoft MS-SQL come il Log Truncation e l’Instant Object Recovery.

Funzioni aggiuntive rendono Nakivo Backup & Replication una valida soluzione per la protezione degli ambienti VMware ed Hyper-V.

 

Novità

Nakivo Backup & Replication 7.2 presenta le seguenti nuove funzioni:

 

VM Backup Appliance Based su Asustor NAS

Disponibile la VM backup appliance per il NAS Asustor che permette di incrementare la velocità del backup e della replica delle VM fino a 2X.

 

Microsoft SQL Log Truncation

Introdotta la funzione di Microsoft SQL Log Truncation che automaticamente effettua il truncate dei file di log dopo aver effettuato correttamente il backup o la replica della VM.

nakivo72released02

 

Instant Object Recovery per Microsoft SQL

E’ ora possibile ripristinare facilmente singoli oggetti SQL Server (database e tabelle) nel SQL Server (server sorgente o differente) direttamente dai backup delle VM deduplicati e compressi.

nakivo72released03

 

Calendar Dashboard

Questa funzione permette di vedere tutti i job nel calendario ed individuare velocemente gli slot liberi nella finestra di backup.

nakivo72released04

 

Job Scheduler flessibile

E’ ora possibile aggiungere schedulazioni multiple per singolo job in modo da poter eseguire lo stesso job di backup in orari deversi

nakivo72released05

Per informazioni aggiuntive consultare questo articolo e le Release Notes.

Nakivo Backup and Replication 7.2 è disponibile come 30-days free trial per provare e testare l’applicazione.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

NAKIVO Backup & Replication 7.2 novità

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

NAKIVO Backup & Replication 7.2 novità

nakivo72whatsnew01

NAKIVO ha annunciato l’imminente uscita della nuova release di NAKIVO Backup & Replication 7.2, la soluzione software di backup per la protezione degli ambienti VMware, Hyper-V ed AWS EC2.

La nuova versione introduce alcune novità che completano il già ricco set di funzioni offerte dall’applicazione.

 

Novità

Le funzioni più interessanti nella nuova release riguardano principalmente MS-SQL Server con l’introduzione del log truncation e dell’items restore.

 

VM Backup Appliance per NAS Asustor

Oltre ai NAS QNAP, Synology e Western Digital, la nuova release ora supporta anche il NAS Asustor.

nakivo72whatsnew02

Il software di backup, l’hardware, lo storage e la deduplica dei dati sono contenuti all’interno della stesso device incrementando la velocità fino a 2x del backup e della replica rispetto alla soluzione del backup VM-based.

 

Microsoft SQL Log Truncation

I file di transaction log sono un importante componente di Microsoft SQL Server poichè contengono tutte le transazioni del database ed in caso di problemi sono fondamentali per il processo di ripristino dei dati. Se questi file non vengono monitorati, crescono a dismisura riempiendo spazio prezioso nello storage fino a causare il crash del Server SQL.

Per evitare che i file di log crescano in maniera incontrollata, la versione 7.2 introduce la funzione Microsoft SQL Log Truncation che automaticamente effettua il truncate dei file di log dopo aver effettuato con successo il backup o la replica della VM.

nakivo72whatsnew03
Instant Object Recovery for Microsoft SQL

Cancellazioni accidentali, corruzione del database, conseguenze di un ransomware o altri tipi di malware verso i dati salvati nel database MS-SQL possono causare notevoli problemi al business svolto.

Con l’introduzione dell’Instant Object Recovery for Microsoft SQL, è ora possibile ripristinare facilmente i singoli oggetti del Server SQL (database e tabelle) nel Server SQL sorgente o differente direttamente dai backup delle VM compressi e deduplicati.

Il processo è piuttosto intuitivo. Dal wizard bisogna specificare il Recovery server e la SQL instance da processare.

nakivo72whatsnew04

Quindi selezionare l’item da recuperare.

nakivo72whatsnew05

Specificare le recovery options per ripristinare i dati richiesti. I dati che si possono recuperare dipendono dall’RPO impostato nel job di backup.

nakivo72whatsnew06

 

Calendar Dashboard

Una nuova funzione molto utile introdotta nella versione 7.2 è la Calendar Dashboard dove è possibile vedere tutti i job nel calendario ed individuare velocemente gli slot liberi nella finestra di backup.

I nuovi job di backup possono essere schedulati direttamente dal calendario in modo da avere una visione globale dei backup e della loro durata. I calendari sono inoltre integrati direttamente nel wizard di configurazione del job.

nakivo72whatsnew07

 

Job Scheduler flessibile

E’ ora possibile aggiungere schedulazioni multiple per singolo job in modo da poter eseguire lo stesso job di backup in orari deversi.

nakivo72whatsnew08

La data di rilascio della versione 7.2 di NAKIVO Backup & Replication non è al momento ancora nota.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Nakivo backup appliance basata su NAS QNAP

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Nakivo backup appliance basata su NAS QNAP

nakivoqnapappliance01

Nakivo ha rilasciato l’appliance Backup & Replication basata su NAS QNAP per creare un’appliance per il backup delle VM ad alte prestazioni.

Installando il package Nakivo sui NAS QNAP, le prestazioni del backup si incrementano poichè l’applicazione può scrivere direttamente sui dischi del NAS evitando il sovraccarico dei protoclloi di rete, come NFS e CIFS. I job di backup e replica possono essere completati 1.9X più velocemente.

nakivoqnapappliance02

Con questa applicazione è possibile utilizzare un singolo NAS QNAP per la gestione dei backup senza dover acquistare separatamente un server di backup e un server storage. In questo modo è possibile risparmiare in termini di investimento e scaricare l’infrastruttura virtuale dai task di backup.

Questa soluzione permette di separare il software di backup e lo storage di backup dall’ambiente virtuale garantendo il recupero dei propri dati anche nel caso che alcuni server VMware o Hyper-V siano giù.

nakivoqnapappliance03

 

Installare il package Nakivo

Ci sono due modalità per l’installazione di Nakivo Backup & Replication nel NAS QNAP:

  • Installazione automatica
  • Installazione manuale

 

Installazione automatica

Effettuare il login nel NAS QNAP ed aprire il widget AppCenter. Accedere alla categoria Backup/Sync e dopo aver individuato l’icona Nakivo, cliccare su Install per procedere.

nakivoqnapappliance04

Cliccare sul bottone Yes, I agree per avviare l’installazione.

nakivoqnapappliance05

Il sistema avvia le procedure di download ed installazione.

nakivoqnapappliance06

Quando l’installazione viene completata correttamente, il nuovo widget Nakivo Backup & Replication viene visualizzato nel desktop del NAS QNAP.

 

Installazione manuale

Dal sito web Nakivo scaricare il QNAP package.

nakivoqnapappliance08

Aprire il widget AppCenter e cliccare sull’icona Settings. Cliccare su Browse per specificare il file di installazione e cliccare su Install per procedere.

nakivoqnapappliance09

Cliccare su OK per confermare.

nakivoqnapappliance10

L’applicazione viene installata nel NAS QNAP.

nakivoqnapappliance11

Nakivo Backup & Replication combina un prezzo competitivo con dei requisiti minimi di sitema, il prodotto può essere infatti installato anche su sistemi NAS QNAP entry level.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Nakivo Backup & Replication 7 un’occhiata alle nuove funzioni

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Nakivo Backup & Replication 7 un’occhiata alle nuove funzioni

nakivo7whatsnew01

L’ultima versione di Nakivo Backup & Replication 7.0 ha introdotto alcune nuove ed utili funzioni e l’atteso supporto per Microsoft Hyper-V.

La nuova release ha reso il prodotto più completo con l’introduzione di alune funzioni che gli amministratori richiedevano da tempo, come l’ìntegrazione Active Directory e il tanto atteso supporto per Hyper-V.

 

Novità

Nakivo Backup & Replication 7.0 ha introdotto le seguenti nuove funzionalità:

  • Supporto per Hyper-V
  • Supporto per vSphere 6.5
  • Integrazione Active Directory
  • Skip Swap File e Partizioni
  • Cancellazione Bulk dei backup
  • Gestione attività

 

Supporto per Hyper-V

Questa è la principale funzionalità presente in questa release: il supporto per Microsoft Hyper-V 2016 e 2012. La gestione di Hyper-V utilizza la stessa semplice e chiara interfaccia web che guida l’utente durante la configurazione del backup.

Nakivo 7 fornisce un backup di Hyper-V image-based, application-aware e forever-incremental. I backup vengono automaticamente compressi e deduplicati per risparmiare spazio nei repository di backup e le copie di backup possono essere inviate offsite nel cloud AWS ed Azure.

E’ possibile effettuare istantaneamente il recupero di file, oggetti Exchange ed oggetti Active Directory direttamente dai backup compressi e deduplicati Hyper-V.

Funzioni aggiuntive:

  • Agentless, backup image-based di live VM Hyper-V
  • Fino a 1.000 punti di recupero GFS per VM backup
  • Ripristino full della VM verso lo stesso o un nuovo host
  • Verifica automatica del backup
  • Supporto per Hyper-V Cluster Shared Volumes

 

Creazione di un job di backup Hyper-V

Prima di creare un job di backup, l’host deve essere innanzitutto aggiunto nell’Inventory. Dalla Dashboard Nakivo cliccare sull’icona delle impostazioni.

nakivo7whatsnew02

Posizionarsi nella sezione Inventory e cliccare sul bottone Add New… quindi selezionare l’opzione Microsoft Hyper-V host.

nakivo7whatsnew03

Inserire le informazioni richieste e cliccare su Add.

nakivo7whatsnew04

L’host Hyper-V è stato aggiunto correttamente.

nakivo7whatsnew05

Per configurare un job di backup,  selezionare dal menu della Dashboard la voce Create > Microsoft Hyper-V backup job.

nakivo7whatsnew06

Selezionare le VM da sottoporre a backup e cliccare su Next.

nakivo7whatsnew07

Dopo aver specificato la Destination, ScheduleRetention, assegnare un Job name. Per utilizzare la funzionalità Change tracking in Hyper-V, Nakivo utilizza un driver proprietario. Dal menu a tendina selezionare l’opzione Use proprietary method e cliccare su Finish per salvare le impostazioni del job.

nakivo7whatsnew08

Il job di backup viene eseguito nello stesso modo come viene fatto per i job di backup VMware.

nakivo7whatsnew09

Il backup di Hyper-V è stato completato correttamente.

nakivo7whatsnew10

 

Supporto per vSphere 6.5

Backup & Replication 7.0 ora supporta l’ultima release VMware vSphere 6.5. Il nuovo vCenter/ESXi deve essere aggiunto all’Inventory prima della configurazione del job di backup.

nakivo7whatsnew11

La procedura per la configurazione del backup è la stessa come per la precedente versione.

nakivo7whatsnew12

Con Nakivo 7.0, le VM VMware 6.5 possono essere ora processate correttamente.

nakivo7whatsnew13

La nuova versione permette di effettuare backup, replica e restore delle virtual machine VMware vSphere v6.5 senza nessun setup aggiuntivo.

 

Integrazione Active Directory

Nakivo ora supporta l’integrazione Microsoft Active Directory per meglio gestire gli accessi all’infrastruttura di backup seguendo le policy di sicurezza aziendali.

Per abilitare lintegrazione AD, dalla Dashboard cliccare sull’icona delle impostazioni.

nakivo7whatsnew14

Posizionarsi nella sezione General e cliccare sulla voce Edit nel lato destro dell’area User accounts.

nakivo7whatsnew15

Nel campo AD integration, selezionare dal menu a tendina il valore Enabled.

nakivo7whatsnew16

Creare un gruppo per gli amministratori di Nakivo in Active Directory ed inserire le informazioni richieste nell’area Active Directory Information. Cliccare su Test Integration per verificare la connettività con AD.

nakivo7whatsnew17

Inserire un account AD membro del gruppo precedentemente configurato (es. G_NakivoAdmins) e cliccare Test.

nakivo7whatsnew18

Quando la connessione AD viene completata correttamente, cliccare su Apply per salvare la configurazione.

nakivo7whatsnew19

L’AD Integration è ora impostata come Enabled.

nakivo7whatsnew20

Effettuare il Log In a Nakivo utilizzando il proprio account AD.

nakivo7whatsnew21

 

Skip Swap File e Partizioni

Il backup di una VM ha incluso fino ad ora lo swap file poichè cambia costantemente consumando spazio nel backup di repository e richiedendo un tempo maggiore per completare il backup.

La versione 7.0 presenta la funzione che automaticamente permette di non processare lo swap file di Windows OS e le partizioni in Linux OS favorendo un trasferimento di dati più veloce e il risparmio di spazio nel repositroy di backup.

Dalla Dashboard cliccare sull’icona delle impostazioni ed accedere alla sezione General. Nell’area System settings cliccare su Edit nel lato destro per cambiare le impostazioni di sistema.

nakivo7whatsnew22

Verificare lo stato del campo Skip swap files and partitions during processing per abilitare la nuova funzionalità.

nakivo7whatsnew23

Durante l’esecuzione del prossimo job di backup, i file di swap e le partizioni non saranno processati.

nakivo7whatsnew24

Il job seguente è stato eseguito impostando la funzione Skip swap files and partitions come disabilitata. Da notare la quantità di dati processati.

nakivo7whatsnew25

Questo job di backup è stato invece eseguito impostando la funzione Skip swap files and partitions come abilitata. La quantità di dati processati è minore permettendo un risparmio dello spazio su storage.

nakivo7whatsnew26

 

Cancellazione Bulk dei backup

I backup che non sono più necessari possono ora essere facilmente cancellati liberando spazio nel repository di backup. E’ possibile filtrare backup obsoleti ed orfani e cancellarli con un singolo click.

Dalla Dashboard cliccare sull’icona delle impostazioni per accedere all’area di configurazione.

nakivo7whatsnew27

Cliccare su Manage nel repository da processare e selezionare l’opzione Delete backups in bulk.

nakivo7whatsnew28

Selezionare l’operazione da effettuare e cliccare Next. Nell’esempio il sistema ha rilevato due backup da eliminare.

nakivo7whatsnew29

Cliccare su Delete per eliminare i backup.

nakivo7whatsnew30

 

Gestione attività

Una nuova sezione Activities è stata introdotta nella nuova versione per migliorare la gestione dei backup. Tutte le attività di Nakivo (job attivi, sessioni di ripristino file ed oggetti, manutenzione dei repository, etc.) sono visualizzate in una singola schermata per avere una migliore visione di cosa succede nel prodotto.

Dalla Dashboard cliccare sull’icona con due frecce per accedere alla pagina delle attività. Da notare che il numero presente nell’icona indica i job attualmente in esecuzione.

nakivo7whatsnew31

Da questa pagina è possibile avere una visione globale dei job correnti e processati.

nakivo7whatsnew32

 

Configurare Nakivo Backup & Replication

Per configurare la soluzione Nakivo, consultare le seguenti guide:

Nakivo Backup & Replication 7.0 è disponibile come 30-day trial per testare il prdotto.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Nakivo Backup & Replication: configurare la Replica VMware

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Nakivo Backup & Replication: configurare la Replica VMware

nakivoreplication01

La funzione di replica per VMware permette di creare una copia identica della VM sorgente nell’host ESXi di destinazione in stato di power off pronta per essere attivata in caso di necessità.

Dovuto al suo stato di power off, la copia della VM (replica) non consuma nessuna risorsa ed è disponibile in VMware vSphere. Per una replica possono essere creati fino a 30 punti di recupero  e sono disponibili come una regolare snapshot della VM permettendo agli amministratori di ritornare allo stato funzionale richiesto anche senza utilizzare Nakivo Backup & Replication.

nakivoreplication02

Con la replica è possibile proteggere i sistemi più critici salvando le copie localmente o fuori sede. Se la VM sorgente presenta dei problemi, è possibile effettuare immediatamente il failover dalla VM sorgente alla VM replicata riducendo drasticamente il tempo richiesto per il ripristino.

Rispetto al classico restore dai backup, la replica permette di minimizzare la lunghezza del fuori servizio causando solo una minima interruzione dei servizi di rete.

Basata sulla tecnologia delle VM snapshot, la prima replica è una copia identica della VM sorgente e supporta le tipologie di dischi VM sparse, thin, thick e flat. Utilizzando la tecnologia VMware CBT, il processo di replica successivo è di tipo forever incremental in quanto combina solamente i blocchi di dati variati della VM sorgente dall’ultimo punto di verifica creando un nuovo punto di ripristino. Questo processo permette di incrementare drasticamente la velocità di replica.

 

Configurare un Replication job

Dalla Dashboard Nakivo, cliccare sul menu Create e selezionare la voce VMware vSphere replication job.

nakivoreplication03

Selezionare la VM da replicare e cliccare su Next.

nakivoreplication04

Specificare il Container, Datastore e Network per la replica. Cliccare Next per continuare.

nakivoreplication05

Impostare la pianificazione per eseguire la replica e cliccare su Next.

nakivoreplication06

La replica può essere impostata per essere effettuata ogni minuto in modo da ottenere quasi una replica in tempo reale.

nakivoreplication07

Specificare il Job name, la retention ed i parametri richiesti. Cliccare su Finish per salvare la configurazione del job. Impostando l’opzione App-aware mode come Enabled, il prodotto garantisce che i dati nelle applicazioni e nei database siano sempre consistenti.

nakivoreplication08

Un’opzione utile è la Replica disks che permette di creare thin disks nella VM di destinazione per risparmiare spazio.

nakivoreplication09

La voce Screenshot verification permette la verifica della replica per garantire un corretto ripristino della VM.

nakivoreplication10

Dalla Dashboard, effettuare un click con il tasto destro del mouse sul job di Replica appena configurato e selezionare la voce Run Job per eseguire il job immediatamente.

nakivoreplication11

Cliccare su Run per procedere.

nakivoreplication12

La replica viene eseguita.

nakivoreplication13

Quando il job viene completato correttamente, nella parte destra della schermata vengono visualizzate tutte le info relative al job eseguito.

nakivoreplication14

 

Effettuare il Failover

Quando la VM nel sito primario presenta un problema, è possibile spostare il carico (failover) dal sito di produzione al sito DR per ripristinare velocemente i servizi di rete. La VM ripristinata dalla replica contiene tutte le variazioni rispetto all’ultima replica effettuata.

Dalla Dashboard, cliccare sul menu Recover e selezionare l’opzione VMs from replica.

nakivoreplication15

Selezionare la replica da ripristinare e il recovery point desiderato. Cliccare su Next.

nakivoreplication16

Specificare la Network da utilizzare e cliccare su Next.

nakivoreplication17

Inserire il Job name e cliccare su Finish per salvare la configurazione.

nakivoreplication18

Effettuare un click con il tasto destro del mouse sul job appena creato e selezionare Run Job.

nakivoreplication19

Cliccare su Run Recovery per effettuare il power on della replica.

nakivoreplication20

Il job di Recovery viene mandato in esecuzione.

nakivoreplication21

Quando il job viene completato, nella parte destra dello schermo sono visualizzate tutte le Job Info.

nakivoreplication22

Dal vSphere Web Client è possibile verificare la replica in esecuzione.

nakivoreplication23

 

Effettuare il Failback

Quando la VM problematica nel sito primario viene ripristinata, viene effettuato il processo di failback per ritrasferire il carico al sito primario.

Quando viene effettuato il failback verso la produzione, devono essere considerati due scenari:

  • Scartare le modifiche – le variazioni nella VM ripristinata possono essere scaricate
  • Mantenere le modifiche – le variazioni nella VM ripristinata dalla replica devono essere mantenute e messe in produzione

 

Scartare le modifiche

Per scaricare i dati variati, dal vSphere Web Client effettuare un click con il tasto destro del mouse sulla VM ripristinata e selezionare l’opzione Power > Shut Down Guest OS.

nakivoreplication24

Dalla Dashboard Nakivo, effettuare un click con il tasto destro del mouse sul Recovery job precedentemente creato e selezionare Delete.

nakivoreplication25

Selezionare l’opzione Delete job and recovered VMs e cliccare su Delete per confermare l’operazione. Tutte le modifiche verificatesi nella VM vengono scaricate e quindi perse.

nakivoreplication26

Effettuare il power on della VM sorgente nel sito primario per ripristinare il servizio.

 

Mantenere le modifiche

Se le modifiche devono essere mantenute e spostate nella VM di produzione, è sufficiente replicare la VM ripristinata in produzione. Dalla Dashboard Nakivo, effettuare un click con il tasto destro del mouse sul Recovery job precedentemente creato e selezionare Delete.

nakivoreplication27

Selezionare l’opzione Delete job and keep recovered VMs e cliccare su Delete per confermare.

nakivoreplication28

Creare un nuovo job di replica per la VM che si intende recuperare in maniera permanente ed utilizzare l’opzione Use existing VM as a target nello STEP 2. Questo effettua il trasferimento di tutte le modifiche nella VM in produzione.

nakivoreplication29

Per garantire una perdita nulla di dati, spegnere la VM recuperata dal VMware vSphere client ed effettuare la replica della VM nuovamente.

nakivoreplication30

Effettuare il Power on della VM creata dal job di replica.

nakivoreplication31

La VM nel sito primario è ora pienamente funzionale mantenenedo tutte le modifche verificatesi durante la fase di failover.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.