Archivi categoria: ubuntu

Microsoft e Canonical ancora insieme per Ubuntu 18.04 LTS su Windows

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Matteo Cappadonna

Se esiste un vero punto di contatto e di collaborazione tra il mondo Linux e quello Windows, è sicuramente quello che si è instaurato tra Canonical, la società di Shuttleworth che si occupa -tra le altre cose- di Ubuntu Linux, e Microsoft che, con Satya Nadella alla guida, sta cercando di riattirare a se tutta quella userbase “geek” che, per un motivo o per l’altro, ha abbandonato l’ambiente Windows per spostarsi su altri più unix-like (come Linux, per l’appunto), in cerca di ambienti di lavoro più simili a quella che sarebbe stata poi l’erogazione dei servizi sviluppati.

Le notizie degli ultimi mesi parlano chiaro d’altronde, partendo da WSL (Windows Subsystem for Linux), alla bash, ad un client/server ssh, l’OS di Redmond apre sempre di più le braccia al pinguino ed a quel mondo Unix che ha sempre “schifato”. read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Critiche a Canonical per la scelta del Kernel 4.15 (non LTS) in Ubuntu 18.04 (LTS)

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Michele Milaneschi

Considerando che l’uscita di Ubuntu 18.04 LTS ( Long Term Support ) si sta avvicinando, parliamo oggi di un importante novità oltre a quelle già citate: la versione del Kernel. Canonical ha infatti confermato che il cuore della nuova distribuzione di Ubuntu sarà il Kernel 4.15 e non, come detto inizialmente, la versione 4.14.

L’annuncio di questa notizia ha suscitato qualche critica, infatti l’adozione di un kernel non longterm maintenance (qui una panoramica delle Kernel release disponibili) in una distribuzione LTS non è certamente una scelta usuale. La discrepanza tra il kernel predefinito e la distribuzione sarà nel lungo termine notevole: Ubuntu 18.04 LTS rispetterà il supporto attivo per 5 anni, mentre il kernel riceverà gli aggiornamenti di sicurezza per un tempo inferiore ai 2 anni. read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Ubuntu 18.04 avrà un nuovo installer (testuale)

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Marco Bonfiglio

Ormai vicini al definitivo rilascio della nuova versione LTS di Ubuntu, abbiamo ancora qualche notizia – e novità.

In questo caso parliamo dell’installer, ovvero di quel programma, usato solo una volta, con il preciso scopo di installare il sistema operativo in un computer vergine (sia fisico o virtuale). Ubuntu, da molto tempo ormai, ha una sua versione grafica chiamata Ubiquity, ma che – per l’appunto – necessita il caricamento di tutto l’ambiente grafico (per esempio il server X): soprattutto in ambito enterprise, e su macchine virtuali dedicate ad applicazioni server, questo è semplicemente inutile, e spesso questo tipo di installazione richiede più risorse di quante poi il server dovrà usare in produzione. read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Ubuntu inizierà a collezionare dati dagli utenti

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Matteo Cappadonna

Con l’arrivo di Ubuntu 18.04 LTS, previsto per fine Aprile di quest’anno, abbiamo già avuto modo di vedere come diverse novità arriveranno sui computer degli affezionati della distribuzione di Canonical.

Dall’abbandono di Unity in favore di GNOME, alla probabile presenza di default del sistema di pacchetti Snap, alla scelta di continuare con X.org invece di passare a Wayland, i sistemi forniti da Shuttleworth vedranno diversi cambiamenti, speriamo in meglio. read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Ubuntu ama sempre più SNAP, forse presente di default su 18.04

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Marco Bonfiglio

Ci avviciniamo all’uscita della prossima versione di Ubuntu LTS, e le voci riguardo alle novità (anche mancate) continuano a rincorrersi. Ultima arrivata: SNAP sarà presente (ed usata) di default nella distribuzione. Di cosa sia SNAP ne abbiamo già parlato poco tempo fa, mentre l’integrazione di default non è una novità assoluta, dato che Ubuntu Mint 17.10 già lo integra; la notizia è vederlo in una distribuzione LTS, ovvero orientata alla stabilità e con l’impegno del produttore per un supporto a lungo termine.

Una delle limitazioni classiche e note delle distribuzioni LTS è l’invecchiamento del software: le versioni dei vari programmi sono scelte e fissate all’uscita della distribuzione e il supporto (di stabilità e sicurezza) vengono garantiti per quelle versioni, legate alle librerie ed agli altri sistemi presenti (e fissati nel tempo anche loro). Ma se questa limitazione è poco importante in un contesto server, per un uso più desktop poter disporre dell’ultima versione di una certa applicazione, con feature o compatibilà migliori, può essere davvero importante; un esempio può essere una Ubuntu 14.04 (supportata fino al 2019) esclusa dall’ultima release di LibreOffice, o con una applicazione Skype ormai dismessa e non più compatibile.
I pacchetti SNAP, essendo autosufficienti, possono essere aggiornati senza dover aggiornare le librerie di sistema, e quindi permettono l’aggiornamento del software senza minare la stabilità di sistema. read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Google saluta Ubuntu e da il benvenuto a Debian

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Matteo Cappadonna

E’ arrivata la conferma ufficiale da parte di Google: per i client presenti nell’azienda, Big G ha deciso di abbandonare Goobuntu, sviluppata internamente e basata sul famoso Ubuntu di Canonical, in favore di gLinux, basa sul ramo testing di Debian.

Anche in questo caso la decisione di Google è stata quella di prendere un prodotto open source, introdurci delle variazioni – ogni pacchetto di Debian Testing viene preso, ricompilato testato e sistemato, introducendo modifiche o patch, prima di aggiungerlo ai repository utilizzati da gLinux – ed utilizzarlo solo internamente, senza rilasciare alcunchè pubblicamente. read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Problemi su Ubuntu dopo le patch per Spectre e Meltdown

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Elena Metelli

Negli ultimi ultimi giorni Spectre e Meltdown sono al centro di praticamente ogni articolo del mondo IT. I bug, in tre varianti, affliggono tutte le CPU Intel ed AMD (sì, alla fine anche AMD ha ammesso di essere affetta dalle due varianti di Spectre) e trattandosi di falle a livello hardware, i produttori di software stanno correndo ai ripari rilasciando patch su base quasi giornaliera.

Tutta questa fretta sta generando non pochi disagi agli utenti che spesso si ritrovano con macchine che non fanno più boot. Inizialmente c’è stata Microsoft con una patch che rendeva inutilizzabili i computer con CPU Athlon ed ora anche Ubuntu sembra avere qualche inghippo. read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Nuove immagini per Ubuntu 17.10, risolto il bug sui laptop Lenovo

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Elena Metelli

Sono state necessarie oltre due settimane di lavoro per il team di Canonical per correggere il bug che causava il brick (spesso irreversibile) dei BIOS sui laptop Lenovo.

Come detto in precedenza, il bug era causato da una specifica componente del kernel, il driver Intel SPI, che permetteva l’aggiornamento del firmware del BIOS direttamente dalla scheda madre. read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org