Archivi categoria: Veeam Availability Suite 9.5

Veeam Backup & Replication: recuperare le GPO

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Uno degli scenari più frequenti che mi capita dover affrontare, quando mi trovo dai clienti, è il recupero delle Group Policy Object che vengono eliminate. Microsoft mette a disposizione diverse armi da questo punto di vista, a cominciare dal Recycle Bin di Active Directory, presente da Windows Server 2008 R2, che permette di recuperare gli oggetti eliminati entro un certo periodo di tempo.

Figura 1 – Recycle Bin AD

Un altro modo per proteggersi, è creare dei backup direttamente dalla console delle GPO, che permette di ripristinare le policy con il valore aggiunto di fare un rollback in caso si sia modificata una policy in modo errato.

Figura 2 – Backup GPO

Esiste anche una terza via, che è quella di utilizzare Microsoft Advanced Group Policy Management, un prodotto presente all’interno della suite MDOP, che permette di effettuare backup avanzati, fare restore, comparazioni e molto altro ancora.

Veeam Restore for Active Directory

Per chi volesse la vita semplificata, è possibile utilizzare Veeam Backup & Replication per fare il recupero degli oggetti Active Directory. Grazie all’integrazione nativa, introdotta dalla versione 8, è possibile ripristinare non solo utenti e gruppi, ma anche GPO eliminate.

NB: il restore funziona solo se si attiva l’Application-Aware Support.

Figura 3 – Ripristino AD Objects

La procedura di recupero è identica a quella adottata per gli altri oggetti, perciò avremo la nostra timeline in cui effettuare il restore, con annesse note.

Figura 4 – Timeline

Figura 5 – Elenco Oggetti

La cosa interessante della soluzione, sta nel poter effettuare le seguenti operazioni:

  • Restore su un Domain Controller
  • Export
  • Compare

Proprio il compare è una di quelle funzioni che può aiutare gli IT admin a fare non solo un ripristino, ma volendo è possibile recuperare solo la parte modificata. Ad esempio, potremmo avere la necessità di ripristinare solo le security policy perché qualcuno ha cancellato i target users.

Figura 6 – Confronto GPO

Non è possibile verificare cosa sia cambiato, ma di sicuro questa funzionalità aiuta parecchio a recuperare gli oggetti eliminati o modificati.

Conclusioni

Veeam Backup & Replication, se utilizzato al meglio, è sicuramente un valido alleato nel ripristino di tutte le tipologie di oggetti della propria infrastruttura IT. Grazie all’integrazione nativa, diventa facile e veloce recuperare gli elementi e riposizionarli all’interno della loro locazione iniziale.

Veeam Backup & Replication 9.5 Update 3a

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

E’ venne il giorno del tanto sospirato Update 3a per Veeam Backup & Replication 9.5, tra i più attesi dagli utenti. Oltre ai soliti bug fix, ecco le novità più importanti:

  • VMware vSphere 6.7 support: Includes the new HTML5 version of vSphere Web Client plug-in for Veeam Backup & Replication, and asynchronous NBD/NBDSSL support for improved read performance of network transport mode with ESXi 6.7.
  • VMware vSphere 6.5 U2 preliminary support: This update addresses all outstanding U2-specific compatibility issues that can be managed from the Veeam side. However, there is a major regression in ESXi 6.5 U2 code that makes the vSphere API fail randomly during high host CPU load periods, consequently impacting a variety of Veeam Backup & Replication functionality. VMware is currently troubleshooting this bug, and fixing one will most likely require the new ESXi 6.5 U2 build issued.
  • VMware vCloud Director 9.1: Update 3a provides compatibility for existing vCloud Director support functionality.
  • VMware Cloud on AWS version 1.3: support and preliminary out-of-the-box compatibility with future VMC updates through removal of the API version match requirement.
  • Microsoft Windows 10 April 2018 Update: Includes support as guest virtual machines and for installation of Veeam Backup & Replication and all of its components.
  • Microsoft Windows Server 1803: provides Windows Server 1803 support as guest virtual machines, for installation of Veeam Backup & Replication remote components, and as a domain controller for Veeam Explorer™ for Microsoft Active Directory.
  • Microsoft Windows Server Hyper-V 1803: Update 3a provides Hyper-V 1803 support as a hypervisor host, including support for processing VMs with virtual hardware version 8.3.
  • Microsoft System Center Virtual Machine Manager 1801: support.

Non mancano degli aggiornamenti per Veeam Cloud & Service Provider, che vede diverse novità e miglioramenti.

Veeam Backup & Replication 9.5 Update 3a

Veeam Availability Orchestrator GA

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Da oggi è finalmente disponibile il nuovo Veeam Availability Orchestrator, la soluzione per creare e gestire disaster recovery in modo automatizzato. Annunciato durante lo scorso VeeamON, il prodotto è perfetto per gli ambienti medio-grandi che hanno non solo necessità di replicare le proprie macchine virtuali all’interno di un altro datacenter, ma che devono anche produrre documentazione utile ad attestare le attività svolte e le procedure da seguire in caso di failover, automaticamente aggiornata e ripubblicata in base ai cambiamenti dell’ambiente.

Veeam Availability Orchestrator sfrutta la funzionalità di replica nativa in Veeam Backup & Replication per garantire la protezione di tutte le applicazioni negli ambienti VMware vSphere, niente supporto ad Hyper-V per adesso. Sfrutta la replica delle VM a livello immagine, on-site per un’elevata Availability oppure off-site per il disaster recovery, e grazie al supporto per la WAN Acceleration, è possibile ottenere repliche off-site fino a 50 volte più veloci.

Tra i punti di forza del prodotto, troviamo sicuramente la creazione della documentazione e l’automazione. Nel primo caso, è possibile generare report relativi al DR, aggiornando la documentazione in caso in modifiche alle procedure, tenendo conto di chi ha effettuato le modifiche (audit). Relativamente all’automazione, è possibile programmare dei task di DR per verificare che le attività vengano svolte nel modo corretto e grazie alla componente di SureReplica, si potrà avere la certezza del corretto funzionamento della procedura, il tutto corredato da un dettaglio report generato al termine del task stesso.

Licensing

Veeam Availability Orchestrator è disponibile su abbonamento ed è licenziato per VM da proteggere, con un minimo di 10VM, con soluzioni che vanno da 1 a 5 anni. Per poter utilizzare VAO, è necessario anche disporre di Veeam Backup & Replication v9.5 Update 3 con licenza Enterprise Plus.

Per maggiori dettagli sul prodotto, potete visitare il sito web dedicato: https://www.veeam.com/it/availability-orchestrator.html

Veeam Backup & Replication 9.5 Update 3

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Il 2017 doveva essere l’anno di Veeam Backup & Replication v10, ma una serie di ritardi hanno fatto sì che il prodotto venisse posticipato al 2018 (metà 2018 a quanto pare). Questo ha richiesto un lavoro extra da parte del team di sviluppo, che ha dovuto lavorare in modo più marcato sull’Update 3 di Veeam Backup & Replication v9.5. Benchè il prodotto fosse già in roadmap, alcune delle novità introdotte non erano inizialmente pensate per la 9.5 ma solo per la v10. Vediamo quali sono le maggiori novità introdotte nel più grande rilascio di Veeam degli ultimi 10 anni.

Protection Group

Il Protection Group, figura 1, è una delle feature più interessanti dell’Update 3, che consente di fare il deployment dell’agent Veeam, all’interno di client e server della propria infrastruttura, in modo centralizzato. Il tutto passa da in Distribution Server, un nuovo ruolo introdotto, che ha il compito di distribuire gli agent alle varie macchine. L’IT Admin potrà decidere se gestire gli agent in modo centralizzato oppure se dare il permesso all’utente finale, figura 2.

Figura 1 – Protection Group

Figura 2 – Gestione Policy

Come si può notare dall’immagine, viene introdotto il supporto al mondo Failover Cluster, questo perchè la versione 2.1 di Veeam Agent for Windows introduce questa funzionalità.

IBM StorWize

Continua la strada verso l’ampliamento degli storage supportati in modo nativo da Backup & Replication e con l’Update 3 troviamo il supporto a IBM Spectrum Virtualize and Lenovo Storage V Series.

Figura 3 – Supporto ad IBM StorWize

Non ancora introdotto il supporto per Nutanix, che dovrebbe arrivare con la v10.

Veeam Backup & Replication 9.5 Update 3 include anche il supporto per Windows Server v1709, VMware vCloud Director 9 e SQL Server 2017. Inoltre sono supportati i dischi da 4TB all’interno di Microsoft Azure, così come viene introdotto il supporto per le region di Germania e Cina. In ultimo, abbiamo il supporto per le tape LTO-8.

Veeam Agent for Windows v2.1

La v2.1 raccoglie quanto di buono visto nella versione 2 e si migliora nelle seguenti aree:

  • Nuovo driver per il CBT
  • Supporto per Windows Server Failover Cluster
  • Direct Backup to Microsoft OneDrive

In merito al nuovo Change Block Tracking, c’è da specificare che la feature sarà disponibile solo per la versione server. L’incrementale verrà effettivamente eseguito a livello di blocco, mentre attualmente vengono identificati i blocchi cambiati ma il file deve essere letto per intero.

Veeam Agent for Linux v2

Anche Veeam Agent for Linux si aggiorna ed con la versione 2, introduce tante interessanti novità:

  • Supporto completo via Veeam Backup & Replication 9.5 update 3
  • Il driver veeamsnap ora è firmato digitalmente (risolvendo un grande problema che ne impediva l’utilizzo in alcuni scenari)
  • Possibilità di criptare i backup alla fonte, senza andare ad impattare sulle performance
  • Supporto agli Scale-Out Backup Repository
  • Supporto a Veeam Cloud Connect per salvare i backup senza passare prima da un server Backup & Replication

Ecco i link per scaricare i nuovi pacchetti: