Archivi categoria: vembu

Vembu BDR Suite 3.9.0 rilasciata

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Vembu BDR Suite 3.9.0 rilasciata

vembu-bdr-suite-01

Vembu ha rilasciato la nuova BDR Suite 3.9.0, una soluzione di backup e disaster recovery per VMware e Hyper-V che ora include il supporto tape e restore flessibili.

Il prodotto Vembu BDR Suite 3.9.0 supporta gli ambienti virtuali VMware vSphere e Microsoft Hyper-V oltre agli ambienti fisici Windows Server e Workstation, offrendo la protezione dei dati basata sul file-system proprietario VembuHIVE semplificando il processo di backup, la gestione dello storage con un prezzo estremamente competitivo.

vembu-bdr-suite-02

 

Novità

La nuova release introduce alcune nuove funzioni migliorando la funzionalità del prodotto.

 

Supporto backup su tape

Vembu BDR Suite 3.9.0 introduce il supporto nativo per backup su tape per backup basati su immagine (VMware, Hyper-V, Windows Server e Workstation fisici) fornendo un’opzione per un’archiviazione a lungo termine e uno storage Offsite.

vembu-bdr-suite-03

 

Quick VM Recovery su host ESXi

Il processo di Instant Recovery è ora più semplice e veloce rendendo la funzione di Quick VM Recovery possibile su VMware ESXi dalla console Vembu BDR Backup Server per i backup basati su immagine  (VMware, Hyper-V e Microsoft Windows). L’RTO è stato migliorato fornendo un riguadagno ed accesso ai dati più veloce.

vembu-bdr-suite-04

 

Criptazione a livello di backup

I dati possono ora essere criptati durante la creazione del job di backup. Gli utenti possono proteggere tramite una password i job di backup abilitando una sicurezza aggiuntiva. I dati dei backup possono essere ripristinati ed accessibili solo fornendo la password corretta. I dati sono criptati e solo gli utenti autorizzati possono accedervi.

vembu-bdr-suite-05

 

Auto Authorization nel Vembu OffsiteDR Server

Ora solo i BDR Backup Server registrati possono connettersi all’OffsiteDR Server tramite la funzione di Auto Authorization incrementando la sicurezza dei dati. I Vembu BDR Server sono autorizzati tramite un’unica chiave di registrazione generata lato OffsiteDR Server.

vembu-bdr-suite-06

 

Script Pre/Post backup

Un wizard dedicato nei client NetworkBackup, OnlineBackup ed ImageBackup permettono agli amministratori di aggiungere un numero di comandi/script eseguibili pre e post backup semplificando l’esecuzione di una specifica operazione. I comandi e gli script possono essere aggiunti in determinate fasi basate sulla configurazione fornendo la possibilità di eseguire azioni custom prima e dopo le schedulazioni dei backup.

vembu-bdr-suite-07

 

Aggiornare Vembu BDR suite

Dal sito web Vembu scaricare la nuova release e salvarla nel server Vembu.

Effettuare un doppio click sul file .EXE per avviare il wizard di installazione. Cliccare Next per avviare l’aggiornamento.

vembu-bdr-suite-08

Accettare l’EULA e cliccare su Next.

vembu-bdr-suite-09

Quando il sistema rileva una versione precedente installata, selezionare la voce Upgrade Now per aggiornare la Vembu BDR suite. Cliccare su Next.

vembu-bdr-suite-10

Cliccare Yes per continuare.

vembu-bdr-suite-11

Cliccare su Install per procedere con l’aggiornamento.

vembu-bdr-suite-12

La procedura di aggiornamento viene avviata.

vembu-bdr-suite-13

L’aggiornamento viene eseguito nel sistema.

vembu-bdr-suite-14

Quando l’operazione è stata correttamente completata, lasciare le opzioni presentate abilitate e cliccare su Finish per avviare il Vembu BDR Server ed accedere alla Web Console.

vembu-bdr-suite-15

Inserire le credenziali corrette e cliccare su Sign in.

vembu-bdr-suite-16

La procedura di aggiornamento è stata completata correttamente.

vembu-bdr-suite-17

Per configurare in Vembu BDR suite i job di backup e replica, consultare questa blog serie. Vembu BDR suite 3.9.0 è disponibile come 30-days free trial.

E’ disponibile inoltre una Vembu BDR Suite free edition adatta anche per ambienti di produzione con alcune restrizioni.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Vembu introduce il Licenziamento Perpetuo e un nuovo Programma per Service Provider

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Vembu introduce il Licenziamento Perpetuo e un nuovo Programma per Service Provider

vembu-perpetual-licensing-service-provider-program-01

Vembu ha recentemente introdotto alcune novità nella propria offerta, come l’applicazione del modello di Licenziamento Perpetuo e un nuovo Programma per Service Provider .

 

Licenziamento Perpetuo

Dovuto a richieste multiple da più parti, Vembu BDR Suite è ora disponibile come licenza perpetua che sostituisce il precedente modello di licenze aiutando gli ambienti IT a soddisfare i propri requisiti portando ad un risparmio nel tempo.

vembu-perpetual-licensing-service-provider-program-02

La Licenza Perpetua di Vembu autorizza il cliente all’utilizzo del software indefinitivamente portando due benefici principali:

  • Minori costi – A seguito di un acquisto unico, alla licenza acquistata sono praticati sconti importanti.
  • Pieno supporto – E’ possibile avere tutti gli aggiornamenti e il supporto tecnico da Vembu rinnovando la Manutenzione Annuale.

Informazioni aggiuntive relative alla licenza perpetua possono essere consultate nel sito web Vembu.

 

Nuovo Programma per Service Provider

Vembu apre il nuovo Programma per Service Provider che fornisce ai service provider un incentivo con grossi benefit e sconti con la Vembu BDR Suite v3.8.0.

vembu-perpetual-licensing-service-provider-program-03

Informazioni aggiuntive possono essere trovate nella pagina dedicata nel sito web Vembu.

 

Rispetto delle GDPR EU

La Vembu BDR Suite è in ottemperanza con il nuovo General Data Protection Regulation (GDPR) rendendo gli utenti i reali proprietari dei dati.

vembu-perpetual-licensing-service-provider-program-04

GDPR mantiene la promessa di protezione per legge che afferma i seguenti punti:

  • Diritto all’oblio – La persona che vuole distruggere i propri dati personali ha il diritto di farlo grazie a GDPR.
  • Portabilità dei dati – Un individuo può trasferire o spostare i propri dati da un’entità ad un’altra.
  • Maggiore accesso – L’accesso ai dati da parte di un individuo diventa molto più facile e semplice.

Informazioni aggiuntive inerenti al GDPR sono disponibili presso il sito web Vembu.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Vembu BDR Suite Free Edition

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Vembu BDR Suite Free Edition

vembu-bdr-suite-free-edition-01

Vembu BDR Suite è una soluzione software mirata per il Backup e Disaster Recovery per VMware vSphere e Hyper-V ed è adatta per business di tipo enterprise e SMB.

Tramite una singola interfaccia utente, Vembu BDR Suite effettua backup che possono essere salvati on-site, off-site e nel cloud. In aggiunta alle funzonalità tipiche del backup, il software offre la funzione di Item Level backup per Server Microsoft Exchange, SharePoint, SQL, My SQL, Office 365, G Suite etc.

L’ultima versione 3.8.0 è disponibile anche come edizione free per sempre e si presenta con due opzioni da cui poter scegliere:

  • funzioni illimitate per tre virtual machine
  • virtual machine illimitate con funzioni ristrette

vembu-bdr-suite-free-edition-02

 

Benefici della Vembu BDR Suite Free Edition

  • Vembu BDR Suite supporta le piattaforme virtuali VMware e Hyper-V oltre ai server fisici e workstation.
  • La Free Edition è free per sempre e non è richiesta nessuna licenza.
  • Non ci sono importanti restrizioni nella funzionalità e si possono effettuare full image backup e recovery per macchine fisiche e virtuali. E’ supportato inoltre il ripristino granulare dei file.
  • Il filesystem VembuHIVE proprietario rende la gestione dello storage più efficiente con le funzioni di compressione, controllo di versione, encryption e correzione d’errore.
  • Illimitati VM e server fisici possono essere soggetti a backup rendendo la Free Edition adatta anche per ambienti di produzione.

vembu-bdr-suite-free-edition-03

 

Disponibili funzioni illimitate per 3 VMs

  • Nessun agente è installato nelle VM da proteggere.
  • I backup di tipo Disk Image possono essere ora gestiti tramite il Server Vembu BDR e l’agent proxy non è più richiesto (è richiesto solo per installazioni distribuite).

vembu-bdr-suite-free-edition-04

  • E’ supportato il full backup per le VM, inclusi l’OS, le applicazioni e i dati.
  • Volumi e dispositivi storage differenti possono essere aggregati in Storage Pools ed utilizzati per specifici backup. Vembu BDR Server supporta drive locali, NAS (NFS e CIFS) e SAN (iSCSI e FC).
  • Per il trasferimento dati LAN free, sono supportati i transport mode Direct SAN, Hot-AddNBD.

vembu-bdr-suite-free-edition-05

  • La funzione di Auto Authorization permette agli agenti proxy di essere registrati nel server di backup con una chiave generata dai rispettivi server BDR.
  • I backup possono essere schedulati per essere eseguiti durante le finestre di backup preferite.
  • I backup supportano l’encryption fornendo un livello di sicurezza addizionale.
  • Il File Level Recovery (FLR) è ora disponibile per job di backup e replica.

vembu-bdr-suite-free-edition-06

 

Funzioni ristrette per VM illimitate

Tutte le funzioni elencate precedentemente per ambienti business limitati sono utilizzabili per queste categorie con poche restrizioni nelle funzionalità.

  • Il processo Application aware è ristretto per Hyper-V ma non per VMware vSphere.

vembu-bdr-suite-free-edition-07

  • Il Changed Block Tracking permette di ridurre lo spazio utilizzato nello storage effettuando il backup solo dei blocchi modificati dal precedente backup.
  • Le Retention Policy possono essere configurate per mantenere qualsiasi numero di punti di ripristino.
  • La funzione Near CDP permette di schedulare backup Incrementali ogni 15 minuti.
  • Grazie ai backup incrementali ogni 15 minuti, Vembu può effettuare un veloce ripristino della VM.
  • Il backup può essere verificato per la sua ripristinabilità tramite la funzione di Automated Backup verification.

Un confronto tra le edizioni a Pagamento e Free può essere consultato in questa pagina dedicata.

vembu-bdr-suite-free-edition-08

Nonostante sia una Free Edition, Vembu BDR Suite Free è una soluzione di backup completa con tutte le funzionalità richieste dai moderni software e può essere utilizzata anche in ambienti di produzione.

Vembu BDR Suite Free Edition è disponibile come trial 30 days free e per l’installazione e configurazione dell’applicazione una dettagliata guida può essere consultata in questo articolo.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Top 5 soluzioni di backup per VMware e Hyper-V: Vembu VMBackup

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Top 5 soluzioni di backup per VMware e Hyper-V: Vembu VMBackup

top-5-backup-vembu-01

Vembu VMBackup è una soluzione di backup completa che fornisce backup veloci, efficienti e privi di agente per la protezione degli ambienti VMware e Hyper-V.

Il prodtto offre diverse opzioni, come ad esempio la replica e il backup su cloud, per garantire la disponibilità dei servizi e la business continuity.

 

Blog Serie

Nakivo Backup & Replication
Altaro VM Backup
Micro Focus VM Explorer (in precedenza Trilead, HPE)
Vembu VMBackup
Veeam Backup & Replication

 

Vembu VMBackup

Attualmente disponibile come versione 3.8, Vembu VMBackup è una veloce ed efficiente soluzione di backup adatta per le piccole e medie aziende con caratteristiche a livello di enterprise e supporta le piattaforme virtuali VMware e Hyper-V. Il software può essere installato su Windows e Linux OS o come virtual applaince per VMware o Hyper-V.

L’applicazione viene gestita tramite un’intuitiva interfaccia web guidando interamente l’utente durante la configurazione dei backup.

top-5-backup-vembu-02

 

Licenze ed edizioni disponibili

Il prodotto è licenziato per CPU socket fisico e la gestione delle licenze è centralizzato grazie al Portale Vembu che permette una migliore panoramica dell’utilizzo delle licenze.

top-5-backup-vembu-03

Per una gestione più semplice, Vembu VMBackup è disponibile solo in due edizioni:

  • Free – è possibile effettuare il backup di massimo tre VM. Le funzioni di Replica, WAN Acceleration e CloudDR Replication non sono disponibili.
  • BDR Suite – include tutte le funzionalità del prodotto.

Per testare l’applicazione, Vembu VMBackup è disponibile come 30-day trial.

Un dettagliato listino prezzi  è disponibile presso il sito web Vembu.

 

Caratteristiche del backup

Vembu effettua backup basati sull’immagine (tecnologia snapshot) e tutti i backup delle VM sono di tipo forever incremental sfruttando la tecnologia Changed Block Tracking (CBT) per identificare e trasferire nel repository solo i dati modificati dall’ultimo backup. Vembu VMBackup fornisce un veloce, sicuro e LAN free trasferimento dati utilizzando i protocolli di trasporto Hot-Add e SAN per togliere il carico dalle reti di gestione e di produzione. Per ridurre lo spazio consumato negli storage, i dati sono compressi e criptati.

I backup sono di tipo application-aware per garantire la consistenza dei dati durante il backup di applicazioni con notevoli transazioni, come Microsoft Exchange, SharePoint, SQL e Active Directory, e viene effettuato il truncate dei file di log al termine del backup.

top-5-backup-vembu-04

La gestione dello storage è stato ottimizzato con il file system proprietario VembuHIVE, in cui le prestazioni degli storage destinatari e la scalabilità vengono migliorati e forniscono una funzione integrata di correzione errori. Vembu supporta inoltre gli Scale-out Repositories per ampliare la capacità del repository aggiungendo storage Locali, DAS, SAN e NAS senza influenzare i job di backup configurati.

top-5-backup-vembu-05

 

Quick VM Recovery

La funzione di Quick VM Recovery permette di effettuare il boot delle VM nel backup senza dover prima ripristinare l’intera macchina dal backup. Vembu supporta l’Instant Recovery per le VM e file. Il software utilizza il tool proprietario Vembu Universal Explorer per supportare l’Item Level Recovery per Microsoft Exchange, SharePoint, SQL e Active Directory.

top-5-backup-vembu-06

 

Copy backup Offsite e verso il Cloud

Per garantire l’integrità dei dati e la ripristinabilità delle VM, Vembu è in grado inviare copie dei backup verso un data center offsite o verso il Vembu Cloud per motivi di disaster recovery.

top-5-backup-vembu-07

 

Replica

Per ottenere un veloce ripristino delle macchine critiche, le VM possono essere replicate su dei server destinatari senza richiedere l’installazione di proxy. La Replica include le opzioni per effettuare istantaneamente il failover e il failback delle VM replicate per ridurre il periodo di downtime. La rete host di produzione e l’indirizzo IP con la rete host del DR vengono automaticamente mappate evitando un lavoro manuale durante il failover.

top-5-backup-vembu-08

 

Test dei backup

Per garantire che una VM possa essere correttamente ripristinata da un backup, la funzione di Automated Backup Verification effettua automaticamente il test del backup effettuando il booting della VM dal repository ed inviando via email gli screenshot cattuarti della VM avviata.

Ci sono tre tipi di verifica che vengono effettuat per evitare la perdita di dati:

  • Boot check – per assicurare che la VM effettua il boot del disco OS correttamente, le VM dal repository di backup vengono avviate istantaneamente.
  • Mount check – assicura che i dischi soggetti a backup per ogni VM possano essere montati.
  • Integrity check – l’integrità di ogni file di backup viene verificato tramite l’utility Windows check disk.

top-5-backup-vembu-09

Una guida completa per l’installazione e la configurazione di Vembu VMBackup può essere consultata in questo articolo.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Vembu VMBackup 3.7 replica e copia offsite – pt.3

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Vembu VMBackup 3.7 replica e copia offsite – pt.3

vembubdr37replication01

La replica è una funzione aggiuntiva presente in Vembu VMBackup che fornisce un più alto livello di business continuity riducendo i tempi di downtime.

La VM replication permette di replicare le VM da un host sorgente verso un ESXi di destinazione nella locazione di DR senza influenzare le prestazioni ed i task di routine del server primario.

 

Blog serie

Vembu BDR Suite 3.7 panoramica e setup – pt.1
Vembu VMBackup 3.7 backup e restore – pt.2
Vembu VMBackup 3.7 replica e copia offsite – pt.3

 

Configurare la replica delle VM

L’utilizzo della replica è indicata per le VM critiche di produzione impostando l’operazione di replica con cadenza periodica.

vembubdr37replication02

Dal menu della Dashboard selezionare la voce VM Replication > VMware vSphere.

vembubdr37replication03

Nell’ESXi/vCenter sorgente cliccare sul link VM Replication.

vembubdr37replication04

Selezionare le VM da replicare e cliccare su Next.

vembubdr37replication05

Configurare lo Scheduling per l’esecuzione della replica in base ai requisiti e cliccare su Next.

vembubdr37replication06

Per rendere la replica di tipo application-consistent (server SQL ed Exchange), abilitare l’opzione Application Aware Process e cliccare su Next.

vembubdr37replication07

Specificare il Target Replication Host e cliccare successivamente su Next.

vembubdr37replication08

Abilitare l’opzione Configure Networks se sono utilizzate reti diverse nel sito di produzione e nel sito DR. Specificare Source Network e Target Network e quindi cliccare su Next.

vembubdr37replication09

Abilitare l’opzione Network Re-IP Mapping se lo schema di indirizzamento IP nel sito di produzione è diverso dallo schema del sito DR. La regola del Re-IP Mapping viene applicata durante il Failover. Cliccare su Add Rule per creare una nuova regola.

vembubdr37replication10

Specificare i dettagli richiesti e cliccare su Save.

vembubdr37replication11

Una volta che la regola è stata creata, il nome viene visualizzato nell’area di configurazione. Cliccare su Next per continuare.

vembubdr37replication12

Inserire il nome nel campo Enter the Job Name e verificare la configurazione. Cliccare su Next.

vembubdr37replication13

Cliccare su OK per confermare.

vembubdr37replication14

Il job di Replication viene eseguito visualizzando i dettagli nella schermata Replication Progress Details.

vembubdr37replication15

La replica è stata completata correttamente.

vembubdr37replication16

 

Gestione delle repliche

Dal menu della Dashboard selezionare la voce VM Replication > VMware vSphere.

vembubdr37replication17

Selezionare il job di Replication da processare e cliccare sull’icona di Restore.

vembubdr37replication18

Procedere con l’opzione di Restore, sono disponibili tre tipologie di restore da cui poter scegliere:

  • Failover
  • Finalize Failover
  • Finalize Failback

vembubdr37replication19

 

Failover

Il Failover permette agli amministratori di scambiare la funzionalità dalla VM originale verso la sua replica nell’host di destinazone.

Selezionare l’opzione di Failover come tipologia di restore e cliccare su Next.

vembubdr37replication20

Specificare la versione di Restore e cliccare su Next.

vembubdr37replication21

Selezionare la replica da ripristinare e cliccare su Next.

vembubdr37replication22

Cliccare su Next per eseguire il Failover.

vembubdr37replication23

Cliccare su OK per confermare.

vembubdr37replication24

Il Failover della VM selezionata viene eseguito.

vembubdr37replication25

Quando l’operazione viene completata correttamente, la VM replicata nell’host di destinazione è pienamente operativa e funzionale.

vembubdr37replication26

 

Finalize Failover

Quando una VM viene sottoposta alla procedura di Failover, gli amministratori possono decidere l’operazione di finalizzazione del Failover da effettuare scegliendo tra le possibili opzioni:

  • Undo Failover
  • Permanent Failover or Failback

Selezionare l’opzione di Finalize Failover come tipologia di restore e cliccare su Next.

vembubdr37replication27

Selezionare la replica da processare e cliccare su Next.

vembubdr37replication28

Sono disponibili tre tipologie di finalizzazione:

  • Undo Failover – le variazioni effettuate nella VM replicata durante il Failover sono cancellate ripristinando lo stato originale prima del Failover.
  • Permanent Failover – la VM replicata viene impostata come la VM sorgente in modo permanente.
  • Failback – la VM replicata insieme alle variazioni effettuate viene ripristinata nell’host sorgente come macchina di produzione.

Selezionare Undo Failover e cliccare su Next.

vembubdr37replication29

Nella pagina di review cliccare su Next per procedere con l’operazione selezionata.

vembubdr37replication30

Le variazioni effettuate nella VM replicata vengono scartate e la VM ripristinata nel suo stato pre-failover.

 

Permanent Failover

Selezionando l’opzione Permanent Failover, il sistema rende la VM replicata come VM sorgente in modo permanente. Cliccare su Next per procedere.

vembubdr37replication31

 

Failback

Selezionare l’opzione Failback come Finalize Type per ripristinare la VM nell’host sorgente o un altro host come production VM. Questa opzione è abilitata solamente quando è selezionata la voce Failback come Finalize type nel Finalize Failover (tipologia di Restore). Cliccare su Next.

Specificare le Failback Options e cliccare su Next per procedere con il ripristino.

vembubdr37replication33

Controllare la configurazione nella pagina di Review e cliccare su Next per avviare il processo di Failback.

vembubdr37replication34

Cliccare su OK per confermare.

La pagina di Restore Progress visualizza i dettagli della VM processata.

vembubdr37replication36

L’operazione di Failback è stata completata correttamente.

vembubdr37replication37

Dal VMware vSphere Web Client è possibile vedere la VM processata pienamente operativa e funzionante nell’host specificato.

vembubdr37replication38

 

Salvare i backup offsite

VMBackup fornisce anche l’opzione per inviare i dati dei backup offsite (data center o Vembu Cloud) per la ridondanza dei dati e disaster recovery incrementando la sicurezza e l’integrità dei dati.

Dal menu della Dashboard selezionare Management > Offsite Copy Management.

vembubdr37replication39

Per salvare i backup offsite, è necessario abilitare l’opzione Offsite Copy dalla pagina di management. Prima di abilitare la copia Offsite, è necessario effettuare la registrazione del Vembu BDR server attraverso il menu Management > Server Management nel proprio account nel Portale Vembu.

vembubdr37replication40

L’Offsite Copy mode permette agli amministratori di specificare se un data center personale o il cloud Vembu saranno utilizzati per salvare i backup.

 

Vembu Cloud

Il Vembu CloudDR è un server di disaster recovery su cloud che mantiene una copia offsite del server del backup dati.

Selezionare l’opzione Vembu Cloud e specificare le impostazioni nelle pagine Window, Retention e Bandwidth. Cliccare sul bottone Save Replication Settings per salvare la configurazione.

vembubdr37replication41

 

My Own Datacenter

Questa opzione permette agli amministratori di replicare il backup dei dati verso un data center personale.

Selezionare l’opzione My Own Datacenter e specificare le impostazioni nelle pagine Window, Retention e Bandwidth. Indicare l’OffsiteDR Server e cliccare sul bottone Save Replication Settings per salvare la configurazione.

vembubdr37replication42

Vembu VMBackup è disponibile come 30-day trial per testare il prodotto. Consultare il sito web Vembu per informazioni aggiuntive.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Vembu VMBackup 3.7 backup e restore – pt.2

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Vembu VMBackup 3.7 backup e restore – pt.2

vembubdr37backuprestore01

Dopo aver installato l’applicazione, Vembu VMBackup deve essere configurato correttamente per garantire la protezione delle VM presenti nella rete.

Una buona configurazione dei job di Backup e Restore permette di minimizzare la perdita di dati assicurando la business continuity riducendo il tempo di inaccessibilità ai servizi.

 

Blog serie

Vembu BDR Suite 3.7 panoramica e setup – pt.1
Vembu VMBackup 3.7 backup e restore – pt.2
Vembu VMBackup 3.7 replica e DR – pt.3

 

Backup delle VM VMware

Per ottenere le migliori prestazioni, è necessario assegnare una vCPU o core per la gestione di circa otto backup simultanei. Vembu consiglia di assegnare un minimo di quattro core/vCPU per facilitare l’elaborazione. Poichè la prestazione del backup dipende anche dagli IOPS dello storage, più alto è il valore degli IOPS gestiti e migliore sarà la performance generale.

Negli storage di destinazione, Vembu utilizza un file system proprietario VembuHIVE che opera al di sopra di qualsiasi file system fornendo le seguenti funzionalità:

  • Compressione
  • Criptazione (algoritmo di criptazione AES 256 Bit)
  • Deduplica (Deduplica a livello di Blocco applicato per ogni job di backup)
  • Controllo della versione (Advanced forward & reverse incremental)

La modalità di backup è di tipo forever-incremental creando un full backup la prima volta che viene eseguito il job di backup mentre i successivi saranno di tipo incrementale.

vembubdr37backuprestore02

 

Aggiungere un host a Vembu

Per effettuare il backup delle VM VMware, è necessario specificare l’ESXi/vCenter che gestiscono le VM verso il backup. Dal menu della Dashboard selezionare la voce Backup > VMware vSphere.

vembubdr37backuprestore03

Nel lato sinistro, cliccare su Add VMware vSphere Server.

vembubdr37backuprestore04

Inserire il nome dell’ESXi o del vCenter Server e specificare le credenziali da utilizzare. Cliccare poi su Save per salvare la configurazione.

vembubdr37backuprestore05

Il vCenter Server è stato aggiunto correttamente.

vembubdr37backuprestore06

 

Configurare un job di backup

Accedere alla sezione Backup > VMware vSphere e cliccare su Backup nel vCenter Server configurato.

vembubdr37backuprestore07

Vengono visualizzati i cluster e gli host ESXi gestiti dallo specifico vCenter Server. Selezionare le VM da processare nel backup e cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore08

Specificare quando il backup deve essere eseguito. Poichè l’avere un full backup e poi solo forever incremental non è una configurazione raccomandata, l’opzione Additional Full Backups permette di impostare la creazione di full backup ogni tanto eseguendo backup di tipo incrementale nel mezzo.

vembubdr37backuprestore09

Specificare le Retention Policies, cioè quanti punti di ripristino il sistema mantiene prima di eliminare i backup incrementali più vecchi. Cliccare Next per continuare.

vembubdr37backuprestore10

Abilitare l’opzione Application Aware Process per creare backup consistenti nel caso si stessero processando VM come server DC, Exchange, MS-SQL o SharePoint. Se abilitata, è necessario specificare le VMware Guest Credentials per poter effettuare il backup dell’immagine in modalità application-aware. L’ultima versione dei VMware Tools sono richiesti per questa funzione. Cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore11

Compilare il campo Enter The Job Name e cliccare Next.

vembubdr37backuprestore12

Cliccare su OK per confermare.

vembubdr37backuprestore13

Cliccare sull’icona del razzo per avviare il backup immediatamente.

vembubdr37backuprestore14

Cliccare su Yes per confermare.

vembubdr37backuprestore15

Quando il backup viene avviato, cliccare sul triangolo verde per visualizzare i dettagli del backup in esecuzione.

vembubdr37backuprestore16

Quando il job di backup viene completato, selezionare dal menu la voce Reports > Backup Status Report per accedere alle informazioni del backup.

vembubdr37backuprestore17

Selezionare il backup appena effettuato per visualizzarne lo Status.

vembubdr37backuprestore18

 

Restore delle VM VMware

Vembu offre cinque opzioni per il recupero delle VM:

  • Quick VM Recovery
  • Live Recovery to ESX(i) server
  • File Level Recovery
  • Disk Level Recovery
  • Download

 

Quick VM Recovery

Quick VM Recovery permette agli amministratori di effettuare il boot della VM direttamente dal repository di backup con un downtime minimo rendendo le VM disponibili immediatamente.

Dalla Dashboard selezionare la voce Recovery dal menu principale.

vembubdr37backuprestore19

Cliccare sull’icona Restore nel job di Backup contenente la VM da ripristinare.

vembubdr37backuprestore20

Scegliere Quick VM Recovery come tipologia di restore e cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore21

Selezionare la restore version da utilizzare e la VM da recuperare quindi cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore22

Quick VM recovery offre tre scelte di instant boot software:

  • VMware – disponibile nei server Windows e Linux come software per l’instant boot
  • Hyper-V – scelta software di default per Windows e disponibile solamente per server Windows
  • KVM – scelta software di default per Linux e disponibile solo per server Linux

Selezionare la piattaforma da utilizzare (es. VMware) dal menu a tendina. Cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore23

Specificare la destinazione per il ripristino della VM e cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore24

Dopo aver rivisto i parametri, cliccare su Restore now per procedere con l’Instant Booting della VM.

vembubdr37backuprestore25

Cliccare OK per confermare.

vembubdr37backuprestore26

Cliccare sul triangolo verde per seguire lo stato del processo di restore.

vembubdr37backuprestore27

La VM è stata correttamente ripristinata.

vembubdr37backuprestore28

In VMware vSphere Web Client è possibile vedere la VM ripristinata pienamente funzionante nell’host ESXi specificato.

vembubdr37backuprestore29

Una volta terminata l’operazione, effettuare lo shutdown e lo spegnimento  della VM prima di effettuare l’operazione di unmounting dei dati di backup. Questo permette di riprendere il job di backup in modo che gli incrementali vengano eseguiti seguendo la schedulazione impostata.

 

Live Recovery to ESX(i) server

Selezionare l’opzione Live Recovery to ESX(i) server per ripristinare le VMs in ambiente vSphere e cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore30

Selezionare la restore version da utilizzare e le VM da recuperare quindi cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore31

Specificare Target ServerDatastore e VM Name e successivamente cliccare Next.

vembubdr37backuprestore32

Dopo aver rivisto le impostazioni, cliccare su Restore now per procedere con il restore della VM selezionata.

vembubdr37backuprestore33

Cliccare su OK per confermare.

vembubdr37backuprestore34

Cliccare sul triangolo verde per verificare lo stato dell’operazione di restore.

vembubdr37backuprestore35

La VM è stata ripristinata nell’host ESXi specificato.

vembubdr37backuprestore36

 

Instant File Recovery

L’Instant File Recovery permette di attaccare i dati di backup al gestore dischi come un file VHD/VHDX e procedere con il processo di restore a livello di  file. Il file VHD/VHDX viene creato dal mount virtuale dei dati di backup.

Come tipologia di restore, selezionare l’opzione File Level Recovery e cliccare su Next.

vembubdr37backuprestore37

Specificare Restore Version, Restore Options e cliccare su Restore Now. Gli utenti possono accedere ai dati di backup attraverso i dischi connessi al disk management.

vembubdr37backuprestore38

 

Disk Level Recovery

Gli utenti possono effettuare il restore di un disco specifico da un backup esistente di una VM verso una virtual machine di destinazione.

vembubdr37backuprestore39

Specificare Restore Version, Restore Options e cliccare su Restore Now. Mentre viene effettuata l’operazione di Disk Level restore, la VM di destinazione viene spenta.

Il disco ripristinato può essere connesso e reso accessibile dalla VM di destinazione.

vembubdr37backuprestore40

 

Download

L’opzione Download permette agli utenti di effettuare il download dei dati di backup come una copia offsite del formato file preferito.

vembubdr37backuprestore41

Dopo aver specificato la Restore Version, inserire il percorso nel campo Restore to e specificare il Virtual Disk Format. Cliccare su Next per continuare.

vembubdr37backuprestore42

Cliccare Restore Now per effettuare il restore del disco virtuale selezionato.

vembubdr37backuprestore43

Una volta che la configurazione del backup e del restore è stata completata, funzioni aggiuntive sono disponibili in Vembu per fornire una migliore protezione per il proprio ambiente. La Parte 3 mostrerà le operazioni di replica e DR.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.

Vembu BDR suite 3.7 panoramica e setup – pt.1

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedin

Vembu BDR suite 3.7 panoramica e setup – pt.1

vembubdr37install01

Vembu BDR Suite è una soluzione software di Backup e Disaster Recovery per i data center virtualizzati e supporta le piattaforme VMware ed Hyper-V.

Basato sulla tecnologia snapshot, Vembu può essere installato sulle piattaforme Windows o Linux o come virtual appliance per entrambi gli ambienti VMware o Hyper-V. Per una migliore protezione, i backup possono essere salvati offsite, in cloud, on-premise e nel cloud Ibrido.

vembubdr37install02

 

Blog serie

Vembu BDR Suite 3.7 panoramica e setup – pt.1
Vembu VMBackup 3.7 backup e restore – pt.2
Vembu VMBackup 3.7 replica e DR – pt.3

 

Piattaforme supportate

Vembu BDR Suite supporta i seguenti ambienti:

 

VMware

  • VMware: vSphere 4.x, 5.x, 6.0
  • Hypervisor: ESXi 4.x, 5.x, 6.0
  • Management Server: vCenter Server 4.x, 5.x, 6.0

vembubdr37install03

 

Hyper-V

  • Virtual Infrastructure: Windows Server 2008 R2, 2012/2012 R2, 2016
  • Hypervisor: Windows Server Hyper-V 2008 R2, 2012/2012 R2, 2016

vembubdr37install04

La configurazione raccomandata per il server BDR è la seguente:

vembubdr37install05

 

Vembu BDR Suite

Vembu BDR Suite può essere utilizzata per proteggere data center virtuali o semplici ambienti IT di piccole o medie dimensioni, inclusi i Service Provider che offrono servizi di backup offsite per le piccole imprese.

La suite Vembu BDR include i seguenti prodotti:

 

Vembu VMBackup

Fornisce la protezione per gli ambienti VMware vSphere e Microsoft Hyper-V effettuando le snapshot delle immagini delle VM a livello di host. Supporta la cattura dell’immagine di backup Application-aware per assicurare la consistenza dell’applicazione e non vengono installati agenti nella virtual machine.

Vembu utilizza la tecnologia VMware CBT (VM con la versione hardware 7 o superiore) per miglioare la velocità dei backup VMware riducendo il carico ed il tempo richiesto per completare il job. Un driver CBT proprietario viene invece utilizzato in Hyper-V per tracciare i cambiamenti dei blocchi durante i backup incrementali. Le copie di backup possono essere salvate offsite o nel Cloud Vembu per la ridondanza dei dati e disaster recovery.

vembubdr37install06

 

Vembu ImageBackup

E’ una soluzione BDR per i server Windows, desktop e laptop. E’ possibile effettuare un Recovery Bare-metal nella stessa o in una diversa virtual machine Windows.

E’ supportato anche il P2V per migrare le macchine Windows dall’ambiente fisico a quello virtuale.

vembubdr37install07

 

Vembu NetworkBackup

Pensato per business medio piccoli, questa applicazione offre una soluzione di backup Ibrida (On-Premise con storage cloud opzionale) per desktop/laptop, file server ed applicazioni come Microsoft Exchange, SQL Server, Sharepoint, Active Directory ed Outlook. I sistemi possono essere processati in una locazione centrale rendendo l’amministrazione più semplice.

vembubdr37install08

 

Vembu OnlineBackup

Permette di mettere sotto backup i dati critici del proprio business e salvarli nel cloud Vembu. Questa soluzione cloud è in grado di proteggere backup di File Server e backup di Exchange, SQL, SharePoint ed Outlook.

vembubdr37install09

 

Vembu SaaSBackup

E’ una soluzione di backup per Microsoft Office 365 e Google Apps ed è stata sviluppata per effettuare il backup di email, drive, contatti e calendari. I dati processati vengono salvati nello storage del Cloud Vembu attraverso reti sicure.

vembubdr37install10

 

Listino

La licenza Vembu è basata sul numero di CPU socket ed include aggiornamenti illimitati del prodotto ed il supporto telefonico e via email 24/7. Ogni anno la licenza deve essere rinnovata.

Consultare l’attuale listino presso il sito web Vembu.

vembubdr37install11

 

Setup di Vembu BDR

Per procedere con l’installazione dell’applicazione, scaricare Vembu BDR dal sito web Vembu ed eseguire l’installer. Quando il wizard di installazione si avvia, cliccare su Next per continuare.

vembubdr37install12

Accettare l’EULA e cliccare su Next.

vembubdr37install13

Selezionare l’opzione Let me customize the configurations e cliccare su Customize.

vembubdr37install14

Specificare l’Installation Location e la DB Storage Location quindi cliccare successivamente su Next.

vembubdr37install15

Lasciare il folder di installazione di default e cliccare su Next.

vembubdr37install16

Selezionare l’opzione Choose network drive as your Storage Repository e cliccare su Next.

vembubdr37install17

Specificare User NamePassword per accedere alla web console e cliccare su Next per continuare.

vembubdr37install18

Cliccare su Install per procedere con l’installazione.

vembubdr37install19

L’applicazione viene installata nel sistema.

vembubdr37install20

Quando l’installazione è stata completata correttamente, lasciare entrambe le opzioni abilitate e cliccare su Finish.

vembubdr37install21

 

Accedere alla web console

Per accedere alla web console di Vembu, aprire il browser preferito e digitare l’indirizzo https://IPAddress_DNSName:6061. Inserire le credenziali precedentemente specificate e cliccare su Sign in.

vembubdr37install22

Effettuato il login, specificare la Time Zone e cliccare su Save.

vembubdr37install23

Inserire un nome unico (es. nome macchina) nel campo Enter a Vembu BDR ID e cliccare su Update.

vembubdr37install24

 

Configurare lo Storage Repository

Al primo accesso alla Dashboard di Vembu è necessario specificare i dispositivi di storage utilizzati. Cliccare sul bottone Add Network Drive per aggiungere gli storage da utilizzare per salvatre i backup.

vembubdr37install25

Vembu supporta diversi dispositivi di storage come Drive Locali, NAS (NFS e CiFS) e SAN (iSCSI ed FC). Nella sezione Management > Storage Management, inserire i parametri nei campi richiesti e cliccare su Save.

vembubdr37install26

Il drive è stato correttamente aggiunto alla lista.

vembubdr37install27

Posizionarsi nella Dashboard per verificare lo stato globale del sistema. Poichè nessun backup è stato ancora configurato, nessun dato è visualizzato eccetto lo storage specificati precedentemente.

vembubdr37install28

L’installazione di Vembu è ora completa. Nella Parte 2 verrà illustrata la procedura per la configurazione dei job di backup e di restore.

signature

Copyright Nolabnoparty. All Rights Reserved.