Saturday’s talks: il ritardo di Fedora 29, l’instabilità e la fretta che domina lo sviluppo nell’OpenSource

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Raoul Scarazzini

La chiacchierata del weekend che voglio proporre questa settimana nasce da una notizia circolata recentemente: il ritardo nel rilascio di Fedora 29 a causa di una serie di bug definiti blocker che pregiudicano la stabilità della release ed è quindi necessario risolvere prima di rendere pubblica la distribuzione. Il processo che determina il GO o NO-GO nel far uscire la distribuzione è gestito internamente alla community, nella lista test-announce, e per via dei succitati bug in questo caso siamo di fronte ad un NO-GO. Ora, Fedora è una distribuzione che potremmo definire rolling, per la quale ogni sei mesi esce una nuova release. In questi sei mesi le nuove funzionalità introdotte possono essere poche, molte o moltissime, ma la sostanza è che, potenzialmente, all’utente finale è richiesto un major upgrade ogni sei mesi. Scrivo richiesto poiché, ad oggi, l’ultima release supportata (in termini di aggiornamento pacchetti e sicurezza) è la 27, uscita alla fine del 2017, quindi un anno fa. Un anno. Questo è il limite oltre il quale non si può andare se si vuole rimanere aggiornati. Ma lo sanno anche i sassi, un major upgrade non è quasi mai indolore. Ed è proprio qui il punto della discussione: [...]

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Invio tramite mail dell’output di una query su SQL Server tramite PowerShell

Sorgente: DevAdmin Blog | Autore: Ermanno Goletto

A volte può essere comodo inviare per mail semplici report basti su query SQL, anche in questo caso è possibile utilizzare PowerShell e in particolare il cmdlet Invoke-Sqlcmd che fa parte del modulo SqlServer o del modulo SQLPS. Come chiarito in Instal...

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.devadmin.it

Azure Data Studio: October Release

Sorgente: UGISS | Autore: Luca Bruni

Come molti di voi sapranno (e avranno letto nel post di Sergio Govoni), il mese scorso è stata annunciata al Microsoft Ignite la release della prima Community Technology Preview di SQL Server 2019. Al fine di poter sfruttare appieno tutte le novità introdotte, anche la strumentazione client è stata debitamente adeguata con degli opportuni rilasci: la versione …

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.ugiss.org

Gestione degli snapshot in Microsoft Azure. Ripristino e clonazione delle VM

Sorgente: ICT Power | Autore: Nicola Ferrini

Una delle funzionalità più interessanti che riguardano i dischi gestiti delle macchine virtuali utilizzate in Azure è la possibilità di catturarne uno snapshot da poter poi successivamente riutilizzare. Ho già parlato dei dischi gestiti in un precedente articolo intitolato Migrazione…

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.ictpower.it

Arrivano Ubuntu 18.10 e PostgreSQL 11

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Marco Bonfiglio

Nella giornata di ieri è stato rilasciato l’attesa – e consueta – release semestrale di Ubuntu, la 18.10. Di fatto rappresenta un aggiornamento di tutto il parco software che costituisce la distribuzione, con le ultimissime versioni. Giusto per fare qualche esempio: Kernel  4.18 (e quindi con anche le varie protezioni per Spectre et similia); GCC versione 8 Mesa 18.2 X.Org Server 1.20.1 OpenSSL 1.1.1 OpenJDK 11 Gnome 3.30 LibreOffice 6.1.2 Non è difficile immaginare che nelle prossime point release verranno ulteriormente aggiornati, ma quello che manca ancora è il salto da X.Org a Wayland: presente, ma ancora non è la selezione di default. La scelta è sicuramente dettata dal voler garantire la maggior compatibilità dei driver possibile, ed è facilmente selezionabile il tipo di server grafico da usare al login della sessione, ma per vedere questo cambiamento dovremo attendere almeno la prossima versione, la 19.04. Anche il DB PostgreSQL si aggiorna: dopo beta e RC delle settimane scorse, ieri è stato il gran giorno anche per la versione 11 del noto database open-source. Quello che può essere considerato come il più agguerrito antagonista di MySQL annuncia migliorie in tutte le prestazioni del suo prodotto, dall’affidabilità alla velocità e capacità di esecuzione delle query, [...]

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

How to extract all calendars permissions from exchange with powershell

Sorgente: ITXPerience | Autore: Fabio Ribolla

Questo è lo script che ho creato per estrarre i permessi di tutti i calendari presenti in una organizzazione exchange. Lo script cerca in ogni mailbox le folder di tipo “Calendar” e, per ognuna di esse, estrae i suoi permessi, il risultato viene mandato in output in un file csv.   $mailbox_list = Get-Mailbox -Resultsize […]

L'articolo How to extract all calendars permissions from exchange with powershell sembra essere il primo su ITXPerience. read more

Leggi il resto dell'articolo su: http://www.itxperience.net

PowerCLI 11.0.0 Updates – Automatic script to remove unnecessary modules

Sorgente: Lorenzo Moglie - Notes | Autore: Lorenzo Moglie

Disclaimer: Some of the procedures described below is not officially supported by VMware. Use it at your own risk. L'11 Ottobre scorso è stata rilasciata la nuova versione PowerCLI 11.0.0 con un impressionante numero di novità ed aggiornamenti: Added ...

Leggi il resto dell'articolo su: https://lmoglie.blogspot.com/

Quel momento in cui Tim Berners-Lee si mette a costruire una internet decentralizzata

Sorgente: Mia mamma usa Linux! | Autore: Raoul Scarazzini

Lo sapete tutti chi è Tim Berners-Lee vero? Beh, in ogni caso dovreste. È il signor Internet, suo papà, colui che ha coniato e creato l’universo HTTP che tutti i giorni sfruttiamo per navigare in Internet. Bene, quando una personalità del suo calibro annuncia su Medium che st costruendo insieme al MIT una Internet decentralizzata c’è di che essere interessati. Il nome del progetto è Solid e si propone come una via radicalmente diversa di gestire le applicazioni web il cui scopo è quello di garantire vera proprietà dei dati e maggiore privacy. Lo stesso professore la descrive così: Solid changes the current model where users have to hand over personal data to digital giants in exchange for perceived value. As we’ve all discovered, this hasn’t been in our best interests. Solid is how we evolve the web in order to restore balance — by giving every one of us complete control over data, personal or not, in a revolutionary way. Solid cambia il modello corrente dove gli utenti devono consegnare i propri dati personali ai giganti digitali [Google, Facebook, Twitter, etc.] in cambio di un servizio. Come abbiamo scoperto, ciò non è molto nel nostro interesse. Solid rappresenta come vogliamo evolvere il web [...]

Leggi il resto dell'articolo su: https://www.miamammausalinux.org

Veeam backup fallisce dopo l’installazione di vSphere 6.7 Update 1

Sorgente: Nolabnoparty | Autore: Paolo Valsecchi

Veeam backup fallisce dopo l'installazione di vSphere 6.7 Update 1

Dopo aver installato VMware vSphere 6.7 Update 1, Veeam backup fallisce dovuto ad un aggiornamento delle API vSphere 6.7 introdotto da VMware. Il job di backup processato fallisce con l'errore "Object reference not set to an instance of an object" (immagine dal tweet di Anton Gostev). Se si utilizza Veeam come soluzione di backup, è consigliato di evitare l'aggiornamento della propria infrastruttura a vSphere 6.7 Update 1 fino a quando il problema non è stato risolto.   Workaround per Veeam Backup Attualmente non c'è una soluzione definitiva per questo problema ma Veeam ha fornito una soluzione temporanea per permettere il corretto completamento del job di backup. In read more

Leggi il resto dell'articolo su: https://nolabnoparty.com

Blog italiani (e in italiano) nel mondo IT/ICT